The news is by your side.

San Pio, il programma del trasferimento delle spoglie

13

 Si respira aria di attesa a San Giovanni Rotondo. Lunedì prossimo 19 aprile, le spoglie mortali di San Pio saranno trasferite nella cripta della nuova chiesa realizzata da Renzo Piano. A dare l’annuncio Michele Castoro, arcivescovo di Manfredonia, Vieste e San Giovanni Rotondo.  E’ stato diffuso il programma. Si comincia alle sedici e trenta con la processione per la traslazione dell’urna con le reliquie, che saranno portate alla chiesa superiore per un breve momento di preghiera, a cui avranno libero accesso tutti, senza la necessità di prenotazioni o di biglietto. Da lì tramite maxischermi si potrà assistere alla celebrazione eucaristica, che avverrà nella chiesa inferiore. Qui si terrà il rito di consacrazione dell’altare con la collocazione dell’urna nel pilastro centrale. Chi non sarà riuscito a trovare posto, potrà assistere alla celebrazione dal sagrato. Da lì infatti transiterà la processione dell’urna. Alla fine della celebrazione, la chiesa inferiore resterà aperta per tutti coloro che vorranno venerare le spoglie di San Pio. Con la traslazione si chiude un ciclo di eventi iniziato due anni fa con l’apertura del sepolcro, continuato con la visita di Papa Ratzinger a giugno scorso e con la chiusura del corpo nel sarcofago in argento il 24 settembre, in occasione dell’anniversario della morte del santo. Lunedì l’atto finale con il trasferimento definitivo nella cripta della nuova chiesa. La data è stata scelta per un duplice motivo. Il 19 aprile coincide con il quinto anniversario dell’elezione di Papa Benedetto XVI e con l’avvio del capitolo dei frati cappuccini in cui si svolgerà una riunione per eleggere i superiori maggiori dell’Ordine.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright