The news is by your side.

L’Atletico Vieste ricevuto in Comune

21

Il Sindaco alza la Coppa Regionale di PromozioneLa trionfale stagione sportiva dell’Atletico Vieste ha avuto ieri il suo epilogo con una giornata densa di emozioni. Dopo aver disputato una amichevole con la Squadra del Cuore di Rodi Garganico finita in goleada, dirigenti, tecnici e giocatori sono stati ricevuti in sala consiliare dove ad attenderli c’erano il Sindaco di Vieste Ersilia Nobile, la delegata allo sport Giuseppina Falcone e il presidente della Consulta Giovanile, Gaetano Zaffarano.

Gli onori di casa sono stati fatti da Michele Mascia nella duplice veste di presidente del consiglio comunale e di segretario della società calcistica; nel suo intervento ha rimarcato l’importanza che lo sport ricopre nella società viestana, elencando le tante associazioni sportive operanti sul territorio e il numero di atleti che le frequentano. “La prossima amministrazione, chiunque ne sia a capo – ha dichiarato Michele Mascia – non può ignorare questa realtà; ritengo opportuno che venga previsto un assessorato allo sport e non più la semplice delega, al fine di ottenere maggiore considerazione in sede di compilazione del bilancio comunale”.

Il Sindaco si è complimentato con l’Atletico Vieste per i risultati conseguiti nella stagione calcistica appena conclusa: “Sono felicissima per la vittoria del campionato e della coppa regionale di Promozione, ma ciò di cui sono più orgogliosa e della quale dovreste essere più fieri è la conquista della coppa disciplina”. Le ha fatto eco la delegata allo sport: “I tanti ragazzi che frequentano la locale scuola calcio devono prendere esempio da voi sia per le vittorie ottenute che per il comportamento rispettoso che avete assunto in campo”.

“Dovendo fare un nome di colui che rappresenta al meglio la correttezza dentro e fuori il campo, mi piace citare il capitano Nicola Ducange”. Con queste parole ha iniziato il suo intervento il presidente dell’Atletico Vieste Lorenzo Spina Diana, che ha rilanciato: “Purtroppo per impegni lavorativi Ducange non potrà continuare a militare nella nostra squadra, dopo aver trascorso con noi 7 splendidi anni. Per lui chiedo il riconoscimento della cittadinanza onoraria”, annuncio accolto da un grande applauso e dalle lacrime dello stesso capitano.

Michele Clemente, presidente onorario della società calcistica viestana, ha chiesto al Sindaco e all’intera amministrazione di prendere nella giusta considerazione l’importanza e la celerità nello svolgimento dei lavori di adeguamento del campo sportivo, indispensabili allo svolgimento delle gare casalinghe nel prossimo campionato di Eccellenza: “La sistemazione dell’area opposta all’attuale tribuna, la realizzazione degli spalti per i tifosi ospiti e della sala stampa non facciano la fine degli spogliatoi, i cui lavori sono iniziati da anni e non sono ancora stati consegnati!”

Si è conclusa, quindi, la trionfale stagione calcistica 2009-10 dell’Atletico Vieste, una perla che va ad impreziosire i successi ottenuti dalle altre società sportive cittadine nelle rispettive discipline: il dominio assoluto dell’Ipssar Volley Vieste in ogni categoria del neonato campionato provinciale Aics, la conquista del primato nella regular season della Sunshine Basket Vieste al primo anno di partecipazione, che lascia ben sperare per gli imminenti play-off, oltre alle ottime performance dei karateki della Kensho, dei ciclisti e dei runners. Ma questa stagione agonistica sarà ricordata principalmente per la partecipazione del viestano Danilo Santarsiero, componente della nazionale di bob a quattro alle olimpiadi invernali di Vancouver, dove hanno ottenuto lo splendido nono posto.

Ma se per i giocatori è tempo di vacanze, non è così per tecnici e dirigenti, alle prese con i lavori di preparazione della prossima stagione calcistica, la prima in Eccellenza dopo 18 anni. Detto dell’addio di Nicola Ducange, nei prossimi giorni si valuteranno le disponibilità degli altri giocatori in rosa prima di poter dare inizio alla campagna acquisti.

Franco Cinque, che nella cerimonia in Municipio è stato indicato da tutti come il vero artefice dei successi, ha chiesto alla società pochi ma significativi innesti: “Ho bisogno di un difensore centrale e uno di fascia, di un centrocampista esterno e uno centrale e di una punta di peso”. Già tanti sono i nomi presenti sul suo taccuino e su quello di Matteo Azzarone, direttore sportivo che curerà la campagna acquisti al fianco del mister. “Sarà indispensabile – ha concluso Franco Cinque – individuare juniors di spessore da aggregare al gruppo”.

Sandro Siena


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright