The news is by your side.

Vieste – PELLEGRINAGGIO A SAN MICHELE, PREMIATI DAL SOVRANO ORDINE I “PIONIERI” DEL 1995

10

Il 29 settembre ormai è (ri)diventata una data tradizionale, un’occasione per ritrovarsi e farsi una bella (ma faticosa) passeggiata fra i boschi del Gargano. Il pellegrinaggio a piedi a Monte Sant’Angelo, in occasione della festività di San Michele Arcangelo, ha ripreso infatti a far parte della ritualità popolare. Dal 1962, quando si svolse da Vieste l’ultimo pellegrinaggio a piedi, c’è stato un lungo oblio, finchè la tradizione è ripresa dal 1995. Allora alcuni amanti della natura ed appassionati delle tradizioni popolari, spronati anche dall’allora presidente nazionale del Wwf Italia, Grazia Francescato, ripresero a percorrere gli antichi sentieri che da Vieste, attraversando l’interno del Gargano, portano nella città dell’Angelo.
Per ricordare quell’importante occasione di recupero delle tradizioni popolari, giovedì 29 aprile, i pellegrini del Sovrano Ordine di San Michele Arcangelo si sono ritrovati a Vieste, presso la chiesa di San Pietro di Alcantara (da poco ritornata nella frequentazione dei fedeli dopo gli interventi promossi da don Pasquale Vescera). L’incontro è servito a ricordare lo spirito che animò coloro che operano allora per riattivare il pellegrinaggio e quanto nel corso degli anni è stato fatto per consolidare quella tradizione recuperata. A riconoscimento di quell’impegno, Pasquale Azzarone, priore dell’Ordine ed i componenti della Dieta, hanno consegnato a quei «pionieri» delle statuette di San Michele Arcangelo (in precedenza benedette da don Pasquale Vescera) ed un attestato.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright