The news is by your side.

Esercitazione regionale contro rischio idraulico ed idrogeologico: bilancio positivo

31

"La Provincia di Foggia può rappresentare un punto di riferimento importante nel campo della Protezione Civile e per ciò che riguarda le azioni da mettere in campo in occasione di eventi calamitosi, che ci auguriamo non accadadono con la frequenza degli ultimi anni". Così Leonardo Lallo, assessore provinciale titolare ‘ad interim’ della delega ai Lavori Pubblici, commenta così il bilancio dell’esercitazione regionale contro il rischio idraulico e idrogeologico ‘Puglia 2010′ programmata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e dalla Regione Puglia e che nella giornata di domenica ha interessato anche la Capitanata, con particolare riferimento al territorio che comprende i Comuni di Carlantino, Casalnuovo Monterotaro, Castelnuovo, Celenza Valfortore Torremaggiore, San Paolo Civitate, Serracapriola, Chieuti e Lesina. Quattro le fasi previste dall’esercitazione che ha simulato l’esondazione del fiume Fortore: dalla comunicazione del Consorzio per la Bonifica della Capitanata inerente il superamento del livello di sicurezza dell’invaso di Occhito all’allerta lanciato dalla Prefettura di Foggia; dalla chiusura delle arterie stradali e ferroviarie all’evacuazione delle famiglie di residenti nella zona interessata dallo straripamento del fiume; dall’allestimento di tendopoli per gli sfollati sino al cessato allarme e allo scioglimento dell’Unità di Crisi. "Il consuntivo di questa importante esercitazione – spiega il Dirigente del Settore Protezione Civile della Provincia di Foggia, Oscar Corsico – è estremamente positivo. La ‘catena di comando’ ha funzionato in modo rapido ed efficace, riuscendo a governare in modo più che soddisfacente l’emergenza. Non a caso abbiamo scelto come oggetto dell’esercitazione lo straripamento del fiume Fortore, evento che nel recente passato con ciclicità ha interessato la nostra provincia". Imponenti i numeri delle operazioni che hanno coinvolto ben 9 associazioni di volontariato (per un totale di 145 persone mobilitate); 9 autoambulanze; una postazione medica avanzata (fornita di tutta l’attrezzatura per il primo soccorso); 3 tende da 15 posti ciascuna fornite dal ministero dell’Interno; 6 fuoristrada; 2 sale radio; 5 mezzi del Settore Protezione Civile dell’Amm inistrazione provinciale; 5 della Polizia Provinciale; 4 dell’Ufficio Tecnico Provinciale. All’esercitazione erano presenti due osservatori della Regione Puglia e del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile che nelle prossime settimane relazioneranno sull’esito delle operazioni. "L’elemento di maggiore rilievo dell’esercitazione – evidenzia l’assessore Lallo – è stato senza dubbio la costituzione della Sala Operativa Provinciale di Protezione Civile. Attendevamo l’insediamento di questa struttura dal 2006. Oggi, finalmente, grazie all’impegno e alla competenza del nostro personale è stato possibile dimostrare la sua strategicità quale supporto tecnico per le decisioni da assumere in caso di emergenza". Rispetto ai tempi inizialmente previsti dal cronoprogramma dell’esercitazione, infatti, la Sala Operativa Provinciale si è insediata con un’ora d’anticipo. "Alle 7.15 del mattino – racconta Corsico – la Provincia era già in una condizione di piena operatività. Un tempismo che in situazioni di difficoltà è fondamentale per salvare delle vite". Nella simulazione sono stati ben 63 i nuclei familiari evacuati dalla zona interessata dallo straripamento e 65 i capi di bestiame portati in salvo. "Attendiamo adesso le relazioni e i pareri degli osservatori – conclude l’assessore provinciale Lallo – consapevoli però che domenica abbiamo testato quanto il nostro sistema sia in grado di rispondere positivamente e rapidamente alle emergenze. La sinergia con la Prefettura e con tutti gli altri soggetti coinvolti in una situazione come quella simulata, da Rfi alla Società Autostrade sino alle locali Polizie Municipali, ha funzionato in modo egregio".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright