The news is by your side.

La Sunshine Basket Vieste conquista la Promozione

40

La voce era nell’aria già da diversi giorni ma il timore dell’ennesima smentita ha fatto tenere le bocche cucite fino all’arrivo della comunicazione ufficiale: la Sunshine Basket Vieste ha conquistato il passaggio al campionato regionale di Promozione.

Prima a pari merito con la corazzata Fortitudo San Severo ma seconda alla luce degli scontri diretti, per la squadra viestana si prospettava il ricorso allo spareggio con la seconda del girone Bari-Taranto, voce prontamente smentita dal comitato provinciale foggiano in quanto nulla era stato ancora deciso. La diramazione del comunicato ufficiale ha fugato ogni ipotesi: è Promozione!

Una formazione della Sunshine Basket ViesteAl primo anno di attività, i ragazzi del coach Pasquale Vieste sono riusciti nella grande impresa di effettuare il salto di categoria; sapientemente guidati dalla regia di Francesco Desantis, i giocatori viestani si sono fatti apprezzare dalle compagini avversarie nel corso della stagione agonistica 2009-10: su tutti, ha primeggiato Giuseppe Devita, spesso top-scorer della propria squadra, che con la sua velocità in contropiede e la sua precisione nel tiro dalla lunga distanza è stato la vera spina nel fianco per le difese altrui. Sotto i tabelloni si sono fatti rispettare sia Gigi Caputo, il gigante buono, che Michele Lauriola, entrambi ottimi rimbalzasti in attacco quanto in difesa. A dare fantasia e concretezza al gioco ci hanno pensato anche Marco Protano e Salvatore Clemente, le cui "bombe da tre" sono risultate spesso decisive per l’andamento delle gare.

A dare la spinta alla Sunshine Vieste ci hanno pensato i tanti tifosi che non hanno mai smesso di incoraggiare i propri beniamini, tanto in casa quanto in trasferta, facendo un tifo assordante ma mai offensivo nei riguardi degli avversari. Dai piccolissimi alle nonne, tutti hanno fatto dato il proprio contributo nell’incitare i cestisti viestani.

Con la promozione della squadra di basket, si chiude un anno d’oro per lo sport viestano: l’Atletico Vieste salito in Eccellenza, la Viestese che ha conquistato la permanenza in seconda categoria e la Daunia che ha chiuso a metà classifica il torneo di terza (risultati, questi ultimi, insperati visto il pessimo inizio di stagione delle due squadre), la Polisportiva Ipssar Volley Vieste che ha vinto tutto quello che c’era da vincere nel neonato campionato provinciale Aics di pallavolo, gli ottimi risultati conseguiti dai karateka della Kensho, dalla ciclisti della Cicloamatori Vieste e dai podisti della Vieste Runners, tutte affermazioni che hanno fatto da degno corollario a ciò che rimarrà nella storia della vita sportiva viestana, vale a dire il nono posto alle olimpiadi invernali di Vancouver conquistato da Danilo Santarsiero e dai suoi compagni del bob a quattro.

In considerazione di questi risultati, tornano prepotentemente alla ribalta le parole di Michele Mascia pronunciate quando il Sindaco ricevette in Municipio l’Atletico Vieste fresco di "Eccellenza". Il Presidente del Consiglio Comunale, ponendo l’accento sull’importanza che hanno le associazioni sportive nella collettività viestana, auspicò che nella prossima amministrazione venga previsto l’assessorato allo sport e non solo la attuale delega, troppo poco incisiva in sede di stipula del bilancio comunale.

Restano gravi i problemi legati alle strutture sportive cittadine: se i lavori di adeguamento del "Riccardo Spina" non dovrebbero tardare ad iniziare (con la speranza che vengano ultimati in tempo utile per l’inizio del prossimo campionato e non subiscano i rallentamenti che impediscono la consegna degli spogliatoi realizzati da quasi due anni), altrettanto incerta è la situazione della palestra dell’Omnisport, l’unica omologabile per far disputare le gare di Promozione alla Sunshine Basket. In un recente sopralluogo effettuato dal consigliere provinciale Devita e dai responsabili di una ditta che si occupa di realizzazione e manutenzione di impianti sportivi, è risultato che per rendere funzionale l’impianto è indispensabile sistemare gran parte della superficie di gioco, impraticabile nonostante non sia mai stata utilizzata. I lavori, i cui costi dovrebbero aggirarsi attorno ai 50-60mila euro, dovrebbero essere eseguiti in tempi brevi e i fondi recuperati dai ribassi dell’asta bandita per la sistemazione del campo da calcio dello stesso complesso.

Sandro Siena

Nella foto: (in piedi) Marco Protano, coach Pasquale Vieste, Ludovico Ragno, Michele Lauriola; Gianni Ragno, Gigi Caputo 
(accosciati) Mirko Battaglia, Alfredo Piliego, Giuseppe Devita, Francesco Desantis, Daniele Pastore 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright