The news is by your side.

Turismo? Non solo belle spiagge e sole: adesso in Puglia una “retecamera”

39

Un progetto di un milione di euro per il Portale e per l’Osservatorio regionale del turismo e una indagine conoscitiva sui fabbisogni concreti delle imprese pugliesi. Sono le iniziative che Retecamere – la società del sistema camerale italiano che ha il compito di valorizzare e attuare, con Unioncamere, i progetti per il sistema delle Camere di Commercio, per ottimizzare l’assistenza ed il servizio alle imprese – ha già avviato e avvierà nei prossimi mesi in Puglia a supporto del sistema camerale regionale.  Se ne è discusso stamani nell’ambito del consiglio di amministrazione della società ospitato per la prima volta alla Camera di Commercio di Bari. A fare gli onori di casa il presidente dell’ente barese e di Unioncamere Puglia, Luigi Farace, componente del cda di Retecamere. “Un’occasione ghiotta di confronto diretto con le istanze del territorio — ha detto in apertura Giuseppe Pace, presidente di Retecamere e presidente della Camera di Commercio di Trapani e di Unioncamere di Sicilia — in una realtà molto dinamica dal punto di vista imprenditoriale ed economico quale è quella pugliese. La regione esprime una domanda di servizi innovativi all’altezza di un sistema articolato, che sta rispondendo in modo efficace ai cambiamenti in atto nel mercato, sia in termini di prodotti. che di processi produttivi. Il apporto diretto con Unioncamere Puglia e con le Camere di Commercio pugliesi semplifica le azioni e gli interventi anche nel rapporto con le amministrazioni locali, potendoli così indirizzare ai bisogni espressi”. Ad illustrare i progetti che Retecamere sta realizzando con Unioncamere nazionale, le Unioni regionali e le Camere di Commercio Italiane aderenti, il direttore generale della società Claudio Cipollini. Presenti all’incontro a Bari oltre a Farace, componenti del cda, espressione del mondo camerale nazionale, Lucio Dattola (Reggio Calabria), Giovanni Da Pozzo (Udine), Luigi Lepri (Foggia), Ercole Montanari (Mantova), Pieto Scanu (Oristano), e in videoconferenza Fabio Bortolazzi (Verona), Pasquale Lamorte (Matera) e Ahriero Moretti (Perugia). Dodici milioni il fatturato della società, che nel 2010 avvierà e consoliderà numerose iniziative in tema di comunicazione integrata, dal web all’editoria, di vigilanza e sicurezza dei prodotti, di tutela e promozione dei prodotti Dop e Igp sui mercati extraeuropei, di diffusione sul territorio di sportelli informativi in materia di imprenditorialità femminile, di laboratori territoriali per lo sviluppo fino al bilancio sociale, Retecamere mette a disposizione delle Camere di Commercio, della Pubblica Amministrazione e del mondo imprenditoriale un’esperienza venticinquennale nella costruzione di progetti e servizi integrati, attraversati da competenze diverse e specializzate, focalizzati su tre momenti complementari: la progettazione, la formazione e la gestione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright