The news is by your side.

Vieste/ Clemente (PD): “Ai primi caldi si “squaglia” l’amministrazione comunale”

32

“Si conferma quanto da noi sostenuto durante questi cinque anni: la Sindaca non è il leader di questa maggioranza”. È quanto affermano il segretario cittadino del PD di Vieste, Mauro Clemente, ed il capogruppo in Consiglio comunale, Aldo Ragni, in seguito alla seduta del Consiglio Comunale di questa mattina che in virtù delle prese di posizioni del gruppo del PD ha portato la maggioranza ad una sospensione dei lavori con il conseguiemento dello scioglimento della seduta da parte del Presidente del Consiglio comunale per mancanza del numero legale. “La seduta di oggi è stata imbarazzante per la maggioranza di centrodestra – ha dichiarato Ragni – anzitutto perché l’assessore Sollitto ha presentato una proposta di delibera al Consiglio Comunale che ha dimostrato di non conoscere nemmeno visto che non è stato in grado di rispondere alle domande che gli ho ripetutamente posto. Ma soprattutto per la rottura che si è manifestata durante la votazione tra la Sindaca ed il vicesindaco. A quel punto – ha concluso Ragni – non ho potuto far altro che chiedere la verifica del numero legale viste le numerose assenze improvvise della maggioranza”.
“Sono evidenti i problemi all’interno del centrodestra che non è più in grado di governare questa città – ha aggiunto Clemente -. Evidentemente creava imbarazzo a diversi esponenti della maggioranza proseguire il Consiglio comunale visto che si sarebbe discussa l’approvazione di una variante di lottizzazione sulla quale si è preferito soprassedere, almeno in questa fase; una variante al Piano di Lottizzazione ed al Piano Regolatore senza che sia stata seguita la procedura prevista dalla legge, che se attuata potrà essere sanzionata, con notevole danno per le imprese e per i lavoratori.”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright