The news is by your side.

Lavoro, in provincia di Foggia, la carica degli over 50

20

Li vogliono carpentieri, meccanici, ma anche informatici, installatori e manutentori di impianti fotovoltaici. Sono tanti i settori, ma una cosa li accomuna: li vogliono, tutti vogliono gli over 50 per fare tutti questi mestieri. Davvero? Sembrava impossibile in un mercato del lavoro che non assorbe ventenni e trentenni ed espelle gli under (ma molto under) sessantenni. E invece va proprio così. Ad annunciarlo è una valanga di corsi di formazione in partenza in questi giorni a Foggia e in provincia, riservati a chi ha un’età compresa tra i cinquanta ed i sessantacinque anni.

Il requisito-base è quello della disoccupazione (che non escluderebbe la mobilità e la cassa integrazione). Nella maggior parte dei corsi è previsto anche un rimborso spese ai partecipanti di 5 euro, in media, per ogni ora di frequenza. Resta però la domanda: com’è possibile che ci sia lavoro, anche impegnativo e pesante (pensiamo ai carpentieri, ai meccanici, agli installatori) per persone che hanno superato gli “anta”? E’ scettico il segretario provinciale dello Spi, il sindacato pensionati della Cgil, Giovanni Novelli: «E’ molto positivo che questa fascia di età venga rimessa in gioco sul piano lavorativo – afferma – ma non so se ci sia richiesta di sessantacinquenni nelle nostre aziende, mi sembra davvero un’età molto avanzata, soprattutto per l’edilizia. La formazione è senz’altro determinante per la ricollocazione lavorativa, ma temo che, in questo caso, sia una formazione fine a se stessa, che esaurirà le sue possibilità in quel numero di ore e nello stesso rimborso previsto per i partecipanti». Un riposizionamento nel mondo del lavoro che è soltanto un ulteriore parcheggio? Corsi di formazione messi su per utilizzare finanziamenti?

Dissente Gian Maria Gasperi, che da Aforis (impresa sociale no-profit che si occupa di formazione e consulenza ambientale) sta mettendo a punto gli ultimi dettagli proprio di un corso per over 50. «Questi corsi – dice Gasperi – sono pensati per maestranze uscite dal ciclo lavorativo, di cui servono però alle aziende esperienza e professionalità. Mi riferisco soprattutto a meccanici, elettrotecnici, esperti di elettronica. Faccio un esempio: nel settore del fotovoltaico e del solare termico, la Puglia e la provincia di Foggia hanno visto crescere negli ultimi anni il numero e la qualità delle imprese, che sono passate dalla dimensione artigianale a quella industriale. Installano pannelli, ma realizzano anche cavidotti e ciò che manca, come abbiamo modo di verificare, sono gli operai specializzati. Lavorando al piano energetico regionale abbiamo scoperto fasce lavorative espulse dal mercato del lavoro perchè inadeguate sul piano delle conoscenze, ma dotate di un’esperienza che ancora occorre alle aziende. Di qui la necessità di recuperare queste competenze con corsi brevi, di 300 ore, che rappresentano l’investimento di carattere formativo più idoneo a realizzare l’adeguamento delle competenze. I nostri corsi prevedono 120 ore di attività in numerose aziende del settore fotovoltaico e solare termico: questo significa che, pur in poco tempo, la riqualificazione sarà accurata».

I corsi di formazione per gli over 50 sono finanziati dal Fondo sociale europeo, dal ministero della Salute e dalla Regione, che li ha approvati nel maggio scorso. Rientrano nei Por 2007/2013, nell’asse “occupabilità” finalizzato proprio alla “formazione per disoccupati cinquantenni”, autorizzato dalla Regione Puglia nell’apri – le scorso e divenuto operativo in maggio (con la pubblicazione nel Bollettino ufficiale). I corsi di 300 ore complessive, fra lezioni teorico-pratiche, stage nelle aziende, laboratori, hanno una durata di 3 mesi, con un numero di destinatari fra i 9 e i 18 per aula, al costo di 20 euro ora (di cui 5, come detto, a favore del disoccupato come indennità di frequenza). Complessivamente i disoccupati ultracinquantenni percepiranno 1500 euro nel mentre verranno formati; gli enti di formazione attueranno invece un processo che è detto di “formazione continua”.

ANNA LANGONE


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright