The news is by your side.

Stradale: statuette di Padre Pio per eludere i controlli

34

Una statuetta magnetica di Padre Pio, utilizzata come ingegnoso sistema per manomettere cronotachigrafo ovvero l’apparecchio di misura destinato al controllo degli impieghi temporali del trasporto su strada. Questo congegno fraudolento, oltre a portare ad una concorrenza sleale del commercio fra autotrasportatori, in quanto abbassa i costi di gestione, va principalmente ad incidere sulla sicurezza stradale poichè non vengono rispettati limiti massimi di velocità e tempi di riposo. Uno strumento, dunque, che non è sfuggito all’attenzione degli agenti della Polizia Stradale di Foggia, operanti sulla A14 che hanno monitorato, in particolar modo, i tir di una ditta di trasporto di Cosenza. Infatti a seguito di un controllo, è stato accertato che nelle cabine dei veicoli commerciali erano stati manomessi i cronotachigrafi digitali mediante l’installazione e l’occultamento dei congegni elettronici. Pertanto, dopo una perquisizione, sono stati sottoposti a sequestro 11 veicoli pesanti del valore commerciale di 700mila euro. 20mila euro, invece, è il valore degli 11 dispositivi fraudolenti installati sui mezzi, a questo si aggiungono 10mila euro, provento delle violazioni del codice della strada ad opera della ditta. Cinque persone fra cui il legale rappresentante dell’azienda e quattro autisti, sono stati denunciati a piede libero.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright