The news is by your side.

Provincia, oggi in aula si cerca l’intesa sulla riforma dei collegi elettorali

4

Dal 2013 il numero dei consiglieri passerà da 30 a 24, gli assessori da 10 a 6.

 

Si torna in Consiglio provinciale per affrontare un argomento che «divide» invece di unire, e cioè la ridefinizione dei collegi provinciali che, tra «riforma» delle Province e perdita dei territori della Capitanata passati alla Bat porterà le poltrone del Consiglio provinciale da trenta a ventiquattro, oltre al presidente che è il venticinquesimo consigliere, e la giunta da dieci a sei assessori.
L’argomento è stato sospeso per arrivare ad una proposta unitaria e procedere ad una controdeduzione rispetto alle indicazioni del ministero degli Interni e della Prefettura di Foggia.
Sullo sfondo della discussione, tuttavia, restano i «mal di pancia» interni alla maggioranza ed in particolare al Pdl per via della mancata promozione ad assessore del consigliere Mimmo Farina e il conseguente passaggio in Consiglio provinciale del primo dei non eletti, Paolo La Torre, soprattutto dopo le polemiche per via del «ritorno» a Palazzo Dogana dell’ex assessore al Bilancio ed attuale consigliere regionale, Leo Di Gioia, come consulente del presidente Antonio Pepe.
Questi invece gli altri argomenti all’ordine del giorno: Interrogazioni e risposte a interrogazioni pregresse – Discussione ed eventuali determinazioni; Ordine del giorno del gruppo consiliare PD in materia di diritti di cittadinanza; Ordine del giorno presentato dal consigliere provinciale Colìa (IDV) per la dichiarazione di “Territorio Provinciale Denuclearizzato”; Approvazione schema di convenzione tra Provincia di Foggia e Comuni di Carlantino-S.Agata di Puglia e Vico del Gargano per l’accordo di difesa del suolo; Adesione al protocollo d’intesa per l’abbattimento delle barriere architettoniche promosso da FIABA (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Archietettoniche); Ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare PD sulla situazione dell’agricoltura in Capitanata; Richiesta del Comune di Chieuti per il riconoscimento della “Festa di San Giorgio Martire” e della tradizionale “Corsa dei Carri”; Ordine del giorno a favore dell’Università degli Studi di Foggia.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright