The news is by your side.

A Vico sul palco i “tituli” del Gargano 2010

7

Dal calcio al nuoto, al bob: i personaggi che hanno nobilitato il Gargano e la Capitanata nello sport. Il Gargano premia i suoi campioni. Anche quest’anno il «Galà dello sport» tornerà ad allietare l’estate garganica, degli sportivi e non solo. L’evento – che si terrà domenica 25 luglio alle 21 in piazza San Domenico appunto a Vico – già dalla sua prima edizione attira l’interesse di molti sportivi ma anche di amministratori locali e istituzioni, a conferma del fatto che lo sport è sempre catalizzatore e fonte di enorme interesse.
Vetrina ideale per le eccellenze dello sport garganico, anche quest’anno premierà atleti
e dirigenti del mondo dilettantistico del promontorio che si sono distinti per bravura, capacità e generosità. L’edizione 2009 ha visto la partecipazione straordinaria di Delio Rossi, già allenatore della Lazio e adesso seduto sulla panchina del Palermo; quindi di Luigi Samele schermidore foggiano che ha preso parte alle Olimpiadi di Pechino 2008 e reduce da numerosi successi internazionali. Circolano indiscrezioni per guest star 2010, con grandi nomi di atleti di fama internazionale. «Per il momento non ci è concesso dire di più – racconta l’assessore comunale allo sport Nicola Sciscio – ma anche in questa stagione non deluderemo le aspettative». Nella passata edizione, nella gremitissima piazza, hanno sfilato atleti, dirigenti e campioni piccoli e grandi del mondo dello sport. Ospite d’onore dell’edizione 2009 è stato, come detto, il tecnico Delio Rossi, personaggio che con il Gargano e la Capitanata in particolar modo conserva un legame speciale fin dagli inizi della sua carriera in maglia rosso- nera. A lui l’amministrazione comunale di Vico ha assegnato il premio speciale «Galà dello sport 2009», consegnato dal sindaco Luigi Damiani e dal consigliere regionale Dino Marino. Premio speciale, consegnato Giuseppe Macchiarola, anche per il giovane campione olimpico garganico Luigi Samele medaglia d’oro nella sciabola e reduce da numerosi successi internazionali. Tanti i riconoscimenti assegnati nel corso della serata per premiare la passione, il talento e l’impegno di atleti e la dedizione di tanti dirigenti delle associazioni sportive dei vari paesi del promontorio. «Il Galà dello Sport non è solo una vetrina – asserisce Nicola Sciscio, delegato allo sport per il comune di Vico, ideatore e motore dell’iniziativa – ma ha il senso di valorizzare il mondo dello sport garganico nella sua interezza, superando gli egoismi e i campanilismi, in nome di quella “città-Gargano” auspicata dal compianto Filippo Fiorentino della quale i vari paesi del promontorio dovevano rappresentare i quartieri di un’unica grande città. Anche per dare forza a questa idea di unione e condivisione mi piacerebbe che il Galà dello sport diventasse itinerante e fosse ospitato, a partire dalla prossima edizione, ogni anno in un paese diverso».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright