The news is by your side.

Vieste – ANCORA A PROPOSITO DI FUMI…

6

Riceviamo e pubblichiamo

Sig. Saverio Prencipe, vice Sindaco del Comune di Vieste, chi Le scrive è uno dei firmatari e inquilino dello stabile di Viale 24 maggio 13 ove è ubicato anche il ristorante “La Kambusa”.

Faccio riferimento all’articolo, a sua firma pubblicato sul settimanale "Il Faro" del 30 luglio 2010 n. 30.
Il problema dei cattivi odori, il più delle volte insopportabili, emanati dalla cucina del ristorante “La Kambusa”, anzi scaricati nell’androne del condominio, non è una questione di oggi, ma dobbiamo andare indietro di un ventennio.
I signori titolari del ristorante “La Kambusa”, venivamo puntualmente avvisati e messi a conoscenza verbalmente (come loro stessi possono confermare) dei cattivi odori di cucina, ogni anno, sia all’apertura che alla chiusura della stagione lavorativa.
Purtroppo i signor proprietari del ristorante avevano sempre promesso di sistemare e risolvere il problema in questione, invece siamo stati sempre presi per i fondelli…, ed abbiamo deciso di fare una sottoscrizione con tutte le firme dei condomini e procedere per vie burocratiche, di cui la signora Antonella Murgo non è altro che la portavoce del condominio (nel caso non fosse chiaro).
Veniamo ai tempi odierni, come Lei dice nell’articolo, sono stati eseguiti dei lavori nella cucina del ristorante per l’abbattimento dei fumi e su questo non ci sono dubbi, perchè l’inverno passato abbiamo notato la presenza di operai che si apprestavano a lavorare. Tutti noi condomini abbiamo tirato un sospiro di sollievo, dicendoci finalmente la questione dei cattivi odori è finito: grazie a Dio!
A conferma dei lavori, come Lei dice sempre nell’articolo, gli stessi sono stati accertati e certificati a seguito di un sopralluogo compiuto dalla Asl e dalla Polizia Municipale il 17 aprile 2010 alle ore 10,30. E fin qui è tutto veritiero. Purtroppo visti i lavori fatti, visto il sopralluogo fatto nel mese di aprile (e questa la dice lunga) di quest’anno da parte della Asl e della Polizia Municipale, in concreto non abbiamo affatto risolto il problema dei cattivi e insopportabili odori, anzi scaricati nell’androne del condominio, siamo peggiorati.
Tant’è vero se Lei ricorda una sera di metà luglio di quest’anno il sottoscritto, gentilmente l’ha fermata nei pressi dell’ex cinema Adriatico invitandola in qualità di vice sindaco a venire di persona per un sopralluogo nel condominio nella fascia oraria tra le ore 20,30 e 23,00 e Lei con tutta gentilezza mi rispose che l’indomani sera si sarebbe fatto trovare fuori dal ristorante “La Kambusa” tra le 21,15 e le 21,30 per constatare insieme l’effettivo problema in questione e si ricorda ci siamo stretti anche la mano in segno di intesa tra uomini.
Purtroppo Lei a quell’appuntamento non si è presentato e con grande delusione e amarezza mi sono chiesto a chi ho stretto la mano la sera precedente: all’uomo, aI politico o a tutti e due?
In conclusione il problema è tutt’altro che risolto anzi è peggiorato!!!
Noi come cittadini della Repubblica Italiana ed inquilini dello stabile di viale XXIV maggio non sappiamo più dove andare a sbattere la testa, solo per avere un nostro sacrosanto diritto, cioè la salvaguardia della nostra salute.
Mi rivolgo alle autorità competenti: aiutateci!.
Voglio spendere due parole per quanto riguarda il piano traffico da Lei citato nell’articolo. Penso che tutti abbiano capito che è stato pianificato per agevolare qualche commerciante di qualunque settore di Viale 24 maggio e senza destinare un’area parcheggio per i residenti di viale 24 maggio, come giustamente è stato predisposto per i concittadini del centro storico.
Si allega copia dell’elenco dei firmatari ed inquilini che sopportano i cattivi e insopportabili odori.
Vincenzo Troia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright