The news is by your side.

Vieste/ Precisazioni su articolo: “Turista deluso scrive a Vendola”

6

Riceviamo e pubblichiamo.

 

Gentile Direttore, dopo aver letto l’articolo del turista campano, ospite della struttura Viestemare club vacanze, da me gestita, ho creduto fosse necessario precisare le considerazioni formulate definendole a dir poco prive di alcun fondamento.
I servizi presenti nella struttura turistica sono indicati chiaramente sul nostro sito web www.viestemare.it in modo da non prestarsi ad alcune interpretazioni.
Se non viene menzionata la presenza di aria condizionata non capisco come si possa darla per scontata paragonandola alla “presenza di un materasso sul letto o di un lavandino in bagno”.
Non vi è obbligo alcuno per i villaggi 3 stelle di essere dotati di aria condizionata o di avere la possibilità di ricevere pagamenti con carte di credito o debito come espresso dalla legge regionale n°11.Gli ospiti sono avvisati su tutto al momento della prenotazione, più di questo cosa bisogna fare?
Tutte le altre caratteristiche chiaramente espresse, come l’ubicazione del residence, sono molto puntuali, vi è per questo un riferimento nel sito web alle mappe satellitari di google e quindi di che inganno stiamo parlando?
Denigrare gratuitamente persone, cose e territori è un’abitudine per fortuna di poche persone, molti sono i complimenti e gli apprezzamenti che riceviamo viste anche le tante recensioni positive presenti nei vari forum come il popolare tripadvisor.
Mi sembra assurdo lamentarsi per la televisone quando l’appartamento è dotato di un moderno tv-lcd della Samsung fissato a muro con braccio orientabile ed il parco giochi realizzato lo scorso anno con giochi in legno di ottima qualità.
A questo punto mi ha colpito la stranezza delle affermazioni fatte da questa persona ed è stata mia premura informarmi ricercando notizie su internet ed è balzata alla mia attenzione una frase da lui scritta sul suo profilo personale di facebook in data 19.07.2010 che riporto fedelmente: “in vacanza con la testa che macina cento nuove idee. Come farebbe il mondo senza di me?”.
Lascio a voi le considerazioni sulla persona…
Accogliere gli ospiti all’accettazione senza chiedere il deposito cauzionale, anche se previsto da regolamento interno della struttura, è un segno per dimostrare la nostra voglia di instaurare un rapporto di fiducia, questo, come anche offrire prodotti tipici locali, non solo all’arrivo, ma anche durante il soggiorno e alla partenza, sono le tante cose che non emergono nella lettera del turista “deluso”.
Mi dispiace che l’ospite abbia pagato tanto per un parcheggio privato a Peschici, o ritenga eccessivo il costo della pizza o del gelato seduto al bar, ma non si può parlare di “essere stato spennato” gratuitamente anche perché, io per primo, sono stato molto solerte nell’indicare posti per fare la spesa, trattorie a gestione familiare dove si cena con 13 euro, pizzerie ottime dai prezzi contenuti e tante altri suggerimenti per risparmiare e poter fare la vacanza a Vieste nel miglior modo possibile.
Il turista deluso avrebbe potuto far presente i propri disagi e difficoltà sin dal suo arrivo, chissà perché neanche al momento di salutarci cordialmente con stretta di mano e baci ha esposto questo tipo di disagio.
Mentre scriveva questa lettera aveva da poco portato via i prodotti tipici del Gargano da noi offerti. Se questo può chiamarsi accoglienza di circostanza o improvvisazione, ne dubito.
Mi viene da pensare che questo sia stato un modo per colpire la mia struttura e un territorio che quotidianamente viene prevalentemente presentato dalla “carta stampata” inferiore ad altre realtà turistiche pugliesi.
Questi episodi devono farci riflettere per essere ancora più decisi e forti nel continuare un impegno che giornalmente viene profuso nei confronti di tanti turisti che visitano il nostro territorio e ne rimangono incantati elogiando ed apprezzando il calore della gente di Vieste e del Gargano.

Mauro Scarano

 

 

Leggere è il cibo della mente
Quest’estate regalati

LA GRANDE IMPLOSIONE
rapporto sui viestani 1970 – 2007
il libro di ninì delli Santi

…”nulla è impossibile a Vieste
dove nulla è possibile”…

———————————————————-


LA CITTA’ VISIBILE

L’odonomastica di Vieste
dall’era antica ad epoca contemporanea
di Matteo Siena

in edicola o librerie
prenotazioni e spedizioni
0884/704191
oppure info@ondaradio.info

———————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright