The news is by your side.

Frana Montaguto, siglate intese per monitoraggio e prevenzione rischi

9

Prosegue l’impegno della Protezione Civile per l’area di Montaguto interessata da un imponente movimento franoso iniziato nel 2006 e poi riattivatosi nel 2009, che agli inizi di quest’anno aveva determinato dapprima l’interruzione della circolazione stradale sulla strada statale 90 ”delle Puglie” e poi la chiusura in via cautelativa della linea ferroviaria Benevento – Foggia.

In vista del definitivo superamento della situazione emergenziale, sono state firmate dal Dipartimento della Protezione Civile due intese operative, rispettivamente con il Dipartimento di Scienze della Terra (DST) dell’Universita’ degli Studi di Firenze e con il Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica (IRPI), entrambi centri di competenza inseriti nel Servizio nazionale della protezione civile. In particolare l’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR, avvalendosi anche della collaborazione del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Universita’ del Sannio, continuera’ a garantire il monitoraggio integrato della frana attraverso l’osservazione e l’analisi spazio-temporale della superficie topografica; il monitoraggio delle condizioni pluviometriche e idrologiche locali e la definizione dei modelli per stabilire le condizioni di stabilita’, innesco ed evoluzione del movimento franoso. Sara’ invece a carico del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Universita’ degli Studi di Firenze la gestione di un sistema radar a terra, gia’ installato nel periodo di maggiore crisi, capace di misurare con elevata accuratezza istante per istante lo spostamento del terreno. Allo stesso tempo il Dipartimento fiorentino curera’, per conto del Dipartimento della Protezione Civile, la progettazione e la direzione lavori degli interventi di mitigazione del rischio, attraverso la riduzione della presenza d’acqua all’interno della frana, e gli interventi strutturali sul corpo di frana e per la protezione delle infrastrutture, secondo criteri di continuita’ e integrazione con le opere gia’ realizzate o in corso di realizzazione e di compatibilita’ ambientale e naturalistica.

 

 

 

Leggere è il cibo della mente
Quest’estate regalati

LA GRANDE IMPLOSIONE
rapporto sui viestani 1970 – 2007
il libro di ninì delli Santi

…”nulla è impossibile a Vieste
dove nulla è possibile”…

———————————————————-

LA CITTA’ VISIBILE
L’odonomastica di Vieste
dall’era antica ad epoca contemporanea
di Matteo Siena

in edicola o librerie
prenotazioni e spedizioni
0884/704191
oppure info@ondaradio.info

———————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright