The news is by your side.

A Carpino la “sagra dell’olio extravergine di oliva e delle fave”

10

Appuntamento con le tradizioni: giovedì 12 agosto.

 

Nella variegata offerta delle manifestazioni estive che interessa il Comune di Carpino, è particolarmente significativa ed assume carattere altamente culturale la “SAGRA DELL’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA E DELLE FAVE” promossa dal Comune e dalla   PRO LOCO di Carpino il 12 agosto di ogni anno;

E’ una delle più originali e suggestive sagre dell’intera Regione Puglia,  nell’intento di promuovere e valorizzare i prodotti tipici della terra carpinese, primo fra tutti l’olio extravergine di oliva, unica ed indubbia fonte di economia locale, caratterizzato per qualità e garanzia in termini di produzione, e di attirare il turista estivo verso l’interno del Gargano e di coinvolgerlo in un momento musicale indimenticabile, esaltando una micro economia fondata su un artigianato locale.

   Le fave di Carpino, fiore all’occhiello della tradizione contadina carpinese:  un legume che, passato da  “ carne dei poveri” ed un tempo destinate all’alimentazione animale, oggi è salito agli onori della buona cucina ed  elevate agli allori delle mense più ricche proprio per la sua particolare importanza tanto da essere  ritenute tra i piatti più emblematici della dieta mediterranea, rispettando vecchi metodi di produzione: dalla preparazione del terreno, alla semina ed alla raccolta, e da ultimo inserite  tra i Prodotti SLOW FOOD con una nicchia di mercato di notevole rilevanza su tutto il territorio nazionale.

   Un prodotto tipico, locale e tradizionale, il biglietto da visita dell’agricoltura garganica di qualità: le fave di Carpino sono sbarcate in America, alla corte di una importante industria  farmaceutica secondo la quale il prodotto è, per le sue peculiarità tra le migliori esistenti sul mercato e, quindi, il piu’ indicato per la produzione di alcuni farmaci:
si differenziano, infatti, da tutte le altre soprattutto per tre aspetti fondamentali: biologico, pedologico e climatico, non trascurando la sua particolare cucinabilità, per questo è stato inserito fra i 91 Presidi da salvaguardare.

     Alla Sagra del 12 agosto le fave di Carpino saranno riproposte secondo la ricetta casalinga della “lenta cottura”  nella pignata di coccio che ne esalta il sapore, ne cambia il colore, permette di accompagnarsi all’aspra cipolla cruda, al capriccioso gusto del peperoncino, al morbido sapore dell’olio extravergine di oliva di Carpino che irrorandole, dona fragranza”.

     Grazie a questa iniziativa Carpino sta affrontando un significativo passaggio del suo sviluppo economico e culturale.

Anche quest’anno, infatti,nelle vie del centro storico di Carpino  il visitatore potrà scoprire quanta sapienza contadina c’è nei gustosi piatti a base di fave e olio extravergine di oliva di Carpino. Un laboratorio culturale ed artigianale a cielo aperto dove la fragranza dell’olio e del pane mischiato alla sapidità delle fave, alla tarantella di Carpino ed alla umile e sapiente gente sapranno trascinare, ancora una volta, il turista in una terra che ha saputo conservare gli odori, i colori e i sapori di una volta.

   La parte musicale verrà curata con la presenza di gruppi folcloristici professionisti della zona, oltre che con l’aiuto di gruppi spontanei con musiche tradizionali contaminate. “Gli antichi ritmi del paese” e la Tarantella saranno rappresentati nella seicentesca Piazza del Popolo da una formazione di di giovanni musicisti emergenti della terra garganica “MATRACATROPPA”, di Sannicandro Garganico, la cui ricerca musicale ha determinato una passione per la propria come espressione della tradizione cui il territorio vive ed ha vissuto: è questo il messaggio culturale forte che trasmetteranno con la presentazione del loro nuovo lavoro musicale..

 

 

 

Leggere è il cibo della mente
Quest’estate regalati

LA GRANDE IMPLOSIONE
rapporto sui viestani 1970 – 2007
il libro di ninì delli Santi

…”nulla è impossibile a Vieste
dove nulla è possibile”…

———————————————————-

LA CITTA’ VISIBILE
L’odonomastica di Vieste
dall’era antica ad epoca contemporanea
di Matteo Siena

in edicola o librerie
prenotazioni e spedizioni
0884/704191
oppure info@ondaradio.info

———————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright