The news is by your side.

Fuochi Pirotecnici a Vieste e Rodi – Le Ordinanze –

5

NORME PER LO SVOLGIMENTO IN SICUREZZA DELL’ACCENSIONE. DI FUOCHI PIROTECNICI IN AMBITO PORTUALE.

Località: Porto turistico Marina di Vieste – Comune di Vieste – Data: 15 Agosto 2010 (Domenica) alle ore 24.00 – Validità: 15 Agosto 2010 – Organizzatore: Sig. FLORIO Vladimiro per conto della Ditta “PIROTECNICA PADRE PIO S.r.l.” di San Severo (Fg).

Il Tenente di Vascello (CP) sottoscritto, Capo del Circondario Marittimo di Vieste:
 
VISTA             l’autorizzazione datata 13.08.2010 rilasciate dal Comune di Vieste – Ufficio Commercio ed Attività Produttive al Sig. FLORIO Vladimiro in qualità di organizzatore per conto della Ditta “PIROTECNICA PADRE PIO S.r.l.” con sede in San Severo (FG) alla Via Lucera Km 3,800 – C.da Coppa Pocci, per l’accensione e sparo di fuochi pirotecnici da effettuarsi il giorno 15 Agosto 2010 alle ore 24.00 sul porto turistico Marina di Vieste, ultimo terzo del molo sopraflutto, del Comune di Vieste (FG);
VISTA    la propria autorizzazione n. 50 datata 14.08.2010;
VISTI     gli artt. 17, 30 ed 80 del codice della navigazione e l’articolo 59 del relativo regolamento di esecuzione – parte marittima;
CONSIDERATA la necessità di dover emanare norme che, per quanto di competenza dell’Autorità Marittima, ai fini della sicurezza delle attività portuali e per la salvaguardia della pubblica incolumità all’interno di ambiti portuali comunque aperti al pubblico uso;

RENDE NOTO
che alle ore 24.00 del giorno 15 Agosto 2010 fino al termine della manifestazione, le aree demaniali marittime in premessa citate saranno interessate dall’accensione di fuochi pirotecnici, a cura della società indicata in premessa;

ORDINA
Articolo 1

Durante lo svolgimento delle manifestazioni pirotecniche i luoghi del pubblico demanio marittimo interessati all’accensione dei fuochi d’artificio, sono interdetti al transito ed alla sosta di persone e/o mezzi non autorizzati.

Articolo 2

    Il molo di sopraflutto del Porto di Vieste, gli specchi acquei del bacino portuale e quelli esterni contigui all’imboccatura fino ad una distanza di 300 mt., nonché gli specchi acquei prospicienti le zone di arenile interessate dagli spari per una distanza di 300 mt dalla battigia, durante lo svolgimento delle manifestazioni sono interdetti alla balneazione, alla navigazione, alla pesca, alla sosta e ad ogni altra attività connessa ai pubblici usi del mare.

Articolo 3

Il pirotecnico dovrà:
·    attenersi scrupolosamente a tutte le prescrizioni contenute nell’autorizzazione allo sparo di fuochi pirotecnici rilasciata dall’Autorità Locale di P.S./ Comune;
·    munirsi del nulla-osta ai soli fini demaniali marittimi rilasciato dall’Amministrazione/Ente Competente per il luogo degli spari (Autorità Marittima/Amministrazione Comunale/Altro);
·    munirsi del nulla-osta del Concessionario del tratto di arenile interessato dallo spettacolo pirotecnico;
·    munirsi di apposita polizza assicurativa per R.C., per la copertura dei rischi derivanti dell’effettuazione dello spettacolo pirotecnico;
·    munirsi di ogni altra ulteriore eventuale autorizzazione richiesta dalle vigenti normative applicabili alla manifestazione in questione (spettacolo pirotecnico).

Articolo 4

    Al termine dell’accensione dei fuochi pirotecnici, il pirotecnico dovrà provvedere a rimuovere dalla zona in questione i residui derivanti dall’accensione dei fuochi, riportandola in pristino stato.

   
Articolo 5

    I contravventori alla presente Ordinanza sempre che il fatto non costituisca più grave reato, saranno ritenuti responsabili dei danni provocati a persone e/o cose a causa del loro comportamento illecito, e saranno puniti a norma degli artt. 1174 e 1231 del Codice della Navigazione.

Articolo 6

E’ fatto obbligo, a chiunque spetti, di osservare a far osservare le norme contenute nella presente Ordinanza.-
   
Vieste, lì 14.08.2010

 
F.to IL COMANDANTE
T.V. (CP) Vincenzo SACCO     

 

——————————————————————————————————————

 

RODI

 

 

NORME PER LO SVOLGIMENTO IN SICUREZZA DELL’ACCENSIONE
                                        DI FUOCHI PIROTECNICI

Località: Comune di Rodi Garganico – Data: il giorno 16.08.2010 alle ore 24.00 presso la struttura ricettiva baia di Santa Barbara; il giorno 16 e 23 agosto 2010 alle ore 01.00 sul braccio di sopraflutto del porto turistico di Rodi Garganico, il giorno 21.08.2010 alle ore 20.30 nell’arenile antistante il molo di sottoflutto del Porto di Rodi Garganico e il giorno 22.08.2010 alle ore 01.00 nella zona individuata nell’arenile antistante il molo di sottoflutto del Porto di Rodi Garganico – Organizzatore: Società “PIROTECNICA FONTANA” con sede a Torremaggiore (FG) alla C.da Pagliara Vecchia, Società “PALMIERI S.r.l.” con sede ad Apricena (FG) C.da Coppacchie e Ditta “PIROTECNICA PADRE PIO S.r.l.” con sede in San Severo (Fg) alla Via Lucera –  Validità: per i soli giorni di accensione spari.-

Il Tenente di Vascello (CP) sottoscritto, Capo del Circondario Marittimo di Vieste:
 
VISTA             l’autorizzazione prot. n. 1014/bis rilasciata dal Comando di Polizia Municipale di Rodi Garganico in data 12.08.2010 al Sig. FLORIO Vladimiro, nella qualità di legale rappresentante della “PIROTECNICA PADRE PIO S.r.l.” con sede a San Severo (FG) alla Via Pietro Nenni n. 193, per l’accensione di fuochi pirotecnici da effettuarsi i giorni 16 e 23  agosto 2010 alle ore 01.00 sul braccio di sopraflutto del Porto turistico di Rodi Garganico;
VISTA    l’autorizzazione prot. n. 847 rilasciata dal Comando di Polizia Municipale di Rodi Garganico in data 09.08.2010 al Sig. PARENTE Giuseppe nella qualità di legale rappresentante della Società “PIROTECNICA FONTANA” con sede a Torremaggiore (FG) alla C.da Pagliara Vecchia, per l’accensione di fuochi pirotecnici da effettuarsi i giorni 21 e 22  agosto 2010 rispettivamente alle ore 20.30 e  01.00 nell’arenile antistante il molo di sottoflutto del Porto di Rodi Garganico;
VISTA    l’autorizzazione prot. n. 1420 rilasciata dal Comune di Rodi Garganico in data 11.08.2010 alla Società “PALMIERI S.r.l.” con sede ad Apricena (FG) C.da Coppacchie, per l’accensione di fuochi pirotecnici da effettuarsi nei giorni 16 agosto 2010 alle ore 24.00 presso la struttura ricettiva baia di Santa Barbara;
VISTO    il nulla osta prot. n. C250/DTC/DC/60 dell’Impresa Pietro Cidonio S.p.a. datato 12.08.2010;
VISTI     gli artt. 17, 30 ed 80 del codice della navigazione e l’articolo 59 del relativo regolamento di esecuzione – parte marittima;
CONSIDERATA la necessità di dover emanare norme che, per quanto di competenza dell’Autorità Marittima, ai fini della sicurezza delle attività portuali e per la salvaguardia della pubblica incolumità all’interno di ambiti portuali comunque aperti al pubblico uso;

RENDE NOTO
che le aree demaniali marittime in premessa citate, fino al termine della manifestazione, saranno interessate dall’accensione di fuochi pirotecnici, a cura delle società indicate in premessa;

O R D I N A

Art. 1    – Interdizione dell’area di accensione dei fuochi
Negli orari di cui sopra, fino al termine della manifestazione, nell’area circolare ubicata nella zona di cui al rende noto con ampiezza di metri 300 circostanti il sito ove vengono ubicati i tubi di lancio, segnalata sul posto, in conformità a quanto prescritto in seno all’autorizzazione rilasciata alla ditta incaricata dell’accensione, con l’impiego di transenne amovibili/nastro retroriflettente, è vietato:
§    transitare, fermarsi o sostare con qualunque autoveicolo;
§    transitare a piedi all’interno del perimetro segnalato;
§    svolgere qualunque attività comunque connessa alla movimentazione di merci o altra attività portuale;
§    la navigazione, la sosta, l’ancoraggio e l’ormeggio a qualsiasi unità navale.

Art. 2-Deroghe
Non sono soggette al divieto di cui all’articolo 1:
§    i mezzi ed il personale facenti capo alla ditta incaricata dell’accensione dei fuochi;
§    i mezzi ed il personale dell’ Ufficio Locale Marittimo di Rodi Garganico e delle forze di polizia in servizio;
§    le unità del servizio 118 o del Comando provinciale Vigili del fuoco o adibite ad altro pubblico servizio che abbiano necessità, non prorogabile, di accedere all’area in ragione delle finalità istituzionali perseguite.
Art. 3 – Transito veicolare e pedonale in prossimità dell’area d’interdizione
Gli automezzi e le persone in transito in prossimità dei limiti esterni all’area d’interdizione devono procedere prestando particolare attenzione alle segnalazioni del personale in servizio di polizia e con l’adozione di eventuali misure aggiuntive suggerite dalle regole di comune prudenza al fine di prevenire situazioni di potenziale pericolo.
Art. 4 – Interdizione del molo di sopraflutto e degli specchi acquei
Il molo di sopraflutto del Porto di Rodi Garganico, gli specchi acquei del bacino portuale e quelli esterni contigui all’imboccatura per un raggio di 300 mt. dal luogo di accensione degli artifici pirotecnici, durante lo svolgimento delle manifestazioni sono interdetti alla balneazione, alla navigazione, alla pesca, alla sosta e ad ogni altra attività connessa ai pubblici usi del mare.
Art. 5    – Disposizioni finali e sanzioni
E’ fatto obbligo alle Società in premessa citate, di provvedere al termine delle operazioni, alla bonifica dell’area interessata da eventuali fuochi artificiali inesplosi e quant’altro da essi derivato.
La presente ordinanza non esime dall’obbligo di munirsi di ogni eventuale ulteriore provvedimento di competenza di organi o enti cui la Legge riconosca, a vario titolo, specifiche attribuzioni nei settori direttamente o indirettamente coinvolti dall’attività posta in essere.
I contravventori a quanto dettato nei precedenti articoli saranno puniti, salvo che il fatto non costituisca un più grave reato ai sensi degli articoli 1164 e 1174 del Codice della Navigazione “Inosservanza di norme di polizia” e 1231 del Codice della Navigazione “Inosservanza di norme in materia di sicurezza della navigazione” e art. 53 del Codice della Nautica da Diporto e ogni altra normativa in materia applicabile.

 Essi saranno ritenuti responsabili dei danni che dovessero derivare a persone e/o cose a causa della loro inosservanza a quanto dettato dalla presente Ordinanza.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza.

Vieste, lì 14.08.2010

F.to IL COMANDANTE
  T.V. (CP) Vincenzo SACCO

 

 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright