The news is by your side.

La discarica di Cerignola in Consiglio Comunale

11

Chiesta la convocazione di una seduta monotematica.

 

Una seduta monotematica urgente del Consiglio comunale sul sequestro della discarica per rifiuti urbani Forcone-Casiero dell’Ato di Cerignola, accompagnata dalla richiesta di mettere a disposizione di tutti in consiglieri comunali i bilanci “aggiornati” della società di gestione Sia. E’ quanto stato chiesto formalmente dai sei consiglieri comunali di minoranza, La Cicogna guidati da Franco Metta. Si profila dunque nella cittadina di Di Vittorio un nuovo e infuocato scontro politico. La scorsa settimana la Procura, a seguito di un controllo dei Noe avvenuto undici mesi fa, aveva sequestrato la discarica dove sversano i rifiuti i Comuni del Basso Tavoliere ma anche quelli del Gargano. Per scongiurare l’emergenza che avrebbe causato la chiusura della discarica, il gip ne ha concesso l’uso mantenendo il sequestro a causa dell’assenza di un depuratore per le acque piovane. Nel documento il gruppo consiliare oltre a chiedere conto dei provvedimenti della magistratura anche a carico dell’amministratore unico, accusano il sindaco Antonio Giannatempo di immobilismo. «Chiediamo di conoscere quale sia lo stato del progetto per la realizzazione al servizio della discarica dell’impianto di depurazione delle acque meteoriche, nonchè le ipotesi di finanziamento. Se la eventuale realizzazione dell’ impianto sia sufficiente a regolarizzare la gestione della discarica e se sussista la idonea possibilità di regolare smaltimento delle acque reflue depurate». I consiglieri inoltre sottolineano l’assenza di notizie sul passato: «Quali siano i danni ambientali arrecati fino ad oggi dalla assenza in discarica del richiesto impianto di depurazione». Il gruppo di minoranza, spina nel fianco per il sindaco e la sua maggioranza, solleva infine il problema dei Comuni dei Gargano che da mesi, a causa dell’assenza di una discarica di bacino, stanno scaricando nella discarica dell’Ato di Cerignola, e di quei Comuni che non pagano per il conferimento dei propri rifiuti: «Vogliamo conoscere la situazione debitoria dei singoli Comuni e quali iniziative siano state adottate per assicurare il rientro di queste posizioni creditorie».

 

 

 

 

Leggere è il cibo della mente
Quest’estate regalati

LA GRANDE IMPLOSIONE
rapporto sui viestani 1970 – 2007
il libro di ninì delli Santi

…”nulla è impossibile a Vieste
dove nulla è possibile”…

———————————————————-


LA CITTA’ VISIBILE

L’odonomastica di Vieste
dall’era antica ad epoca contemporanea
di Matteo Siena

in edicola o librerie
prenotazioni e spedizioni
0884/704191
oppure info@ondaradio.info

———————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright