The news is by your side.

S. Giovanni Rotondo/ Il consiglio comunale adotta il Dpp

6

Il sindaco Giuliani: «così fermiamo chi vuole abusare del territorio».

 

Il Consiglio comunale adotta il DPP (documento programmatico preliminare) del Piano Urbanistico Generale e muove nella direzione di realizzare il nuovo assetto urbanistico della città di San Giovanni Rotondo.

«Ieri abbiamo dato una prima risposta al progetto della “città che vogliamo”, programmando lo sviluppo, garantendo la riqualificazione e rigenerazione degli ambiti urbani e suburbani, ma anche la realizzazione delle condizioni per uno sviluppo equilibrato e rispettoso dell’ambiente, sanando i deficit strutturali e infrastrutturali, garantendo al polo devozionale-ospedaliero elementi di fruibilità e attrattività adeguati al suo prestigio ed alla sua importanza, senza dimenticare di preservare gli elementi di pregio storico, culturale, architettonico, ambientale del tessuto urbano ed extraurbano.
Il DPP traccia la strada da percorrere per garantire più servizi e migliori condizioni di vita ai cittadini, ma soprattutto è un documento che non si piega a logiche di spartizione o di speculazione del territorio, per questo ringrazio la serietà dimostrata dai consiglieri comunali, dai progettisti e da quanti hanno collaboratore alla migliore realizzazione del DPP», afferma il sindaco Gennaro Giuliani.

Continua Giuliani: «È un documento fondamentale della nostra amministrazione e non possiamo permettere che il grande lavoro fin qui fatto venga oscurato da polemiche senza costrutto, dalla cultura della insinuazione, o, peggio, da strategie dilatorie finalizzate esclusivamente al mantenimento dello statu quo che avvantaggia solo chi vuole un territorio da abusare».

Alla seduta consiliare erano presenti l’architetto Umberto Bloise e il prof. Vincenzo Donato che hanno illustrato e ulteriormente chiarito i punti più importanti del DPP.

In aula il documento è passato con 13 voti favorevoli e 3 astensioni, mentre i consiglieri Di Iorio e Longo hanno abbandonato l’aula al momento del voto.

  «L’Amministrazione comunale e il Consiglio comunale – sostiene l’assessore all’urbanistica, Giuseppe Russo – hanno dato prova di grande maturità, dispiace tuttavia che il documento, che rappresenta la sintesi di varie istanze avanzate da maggioranza e opposizione, non abbia trovato l’unanimità del voto. Resta la consolazione della qualità e della partecipazione al lavoro svolto».

Intanto, dall’1 settembre è possibile visitare, nel chiostro di Palazzo san Francesco, la mostra cartografica del Documento programmatico preliminare del Pug.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright