The news is by your side.

Sanità Puglia/ Ok della Terza commissione al Piano di rientro

8

Il ddl passa a maggioranza. In consiglio il prossimo 22 settembre.

 

La minoranza si astiene con il capogruppo Pdl, Rocco Palese, che si riserva di approfondire ulteriormente l’argomento in sede di approvazione definitiva. Ma il disegno di legge sul piano di rientro sanitario va avanti. Arriva anche l’ok della terza commissione consiliare sanità presieduta a Bari da Dino Marino che ribadisce come il ddl si adegui nei suoi tre punti fondamentali alla richieste del Governo. Sospensione del processo di internalizzazione in attesa che su questo si pronunci la Corte costituzionale; blocco del turn over e dunque delle assunzioni per i prossimi tre anni, salvo si legge “in casi di estrema urgenza" che dovranno essere vagliati dalla stessa giunta regionale” (per molti, in buona sostanza, una sorta di commissariamento delle Asl per i prossimi 3 anni). E l’articolo, infine, che riguarda la sanità privata, con il divieto per le strutture accreditate di superare i tetti di spesa fissati dagli accordi contrattuali. Anche qui numerosi sono i nodi da sciogliere per imprenditori e sindacati. L’assessore Fiore ha ribadito ancora una volta come a queste misure draconiane che prevedono tre anni di lacrime e sangue per rientrare di 450milioni di euro l’esecutivo regionale sia costretto, pena il commissariamento della sanità pugliese. In ballo ci sono 500milioni di euro del fondo sanitario nazionale che spettano alla Puglia e ancora bloccati a Roma. Serve l’ok del governo al piano. Che dovrebbe arrivare il prossimo 15 ottobre. Questo il termine fissato per la sola Puglia dal consiglio dei ministri, l’unica regione a subire lo scorso 28 luglio lo stop del ministro Tremonti che ha vincolato l’approvazione della manovra alla sospensione di tutte le leggi regionali in materia di assunzioni nel settore, le stesse che hanno rappresentato sino ad oggi il cavallo di battaglia della politica vendoliana. Ultima tappa ora il consiglio regionale, dove il ddl approderà il prossimo 22 settembre.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright