The news is by your side.

Gatta: la Regione riveda URGENTEMENTE l’importo del contributo previsto per AUREA

9

Premesso che: da diversi anni la manifestazione AUREA – Borsa del Turismo Religioso e delle Aree Protette –  riesce a convogliare nella nostra regione importanti buyers provenienti da tutto il mondo, nonchè qualificati giornalisti delle testate nazionali di settore; –    il turismo religioso è un turismo consapevole e responsabile, attento a coniugare i valori della religiosità con la tutela e promozione del patrimonio naturalistico, culturale e storico delle destinazioni e dei luoghi di culto;
–    propone un nuovo modo di promuovere i territori per poter soddisfare le mutate esigenze del viaggiatore per fede;
–    mira a fare incontrare le “imprese” del turismo con gli esperti del settore e gli operatori laici ed ecclesiastici, al fine di elevare ed orientare la qualità dell’offerta innestando un confronto culturale, religioso ed operativo;
–    l’iniziativa, che si rivolge agli attori principali del mercato delle vacanze, ha mostrato, fin dalle prime edizioni, le sue grandi potenzialità di promozione e consolidamento della destinazione Puglia a livello internazionale, rivelandosi da un lato uno strumento concreto di potenziamento e fidelizzazione dei flussi incoming, dall’altro un veicolo di apertura verso nuovi mercati, sempre più interessati a prodotti turistici fruibili non solo per due mesi l’anno nel periodo estivo;
–    il rischio, più che concreto, di vedere annullata l’edizione 2010 della Borsa, suscita viva preoccupazione tra gli imprenditori del settore, convinti della necessità di puntare su manifestazioni come AUREA per dare ulteriore impulso al processo di allungamento della stagione turistica;
–    l’assessore Silvia Godelli ha ritenuto di mettere a disposizione degli organizzatori della manifestazione, prevista per l’anno in corso, un budget irrisorio, al punto da impedire, di fatto, lo svolgimento della stessa e da comprometterne seriamente il futuro, almeno nella nostra regione;

Rilevato che:

·    la Puglia, come per altro il resto del nostro Paese, sta attraversando una fase delicata, che rischia di porre una seria ipoteca sullo sviluppo socio-economico ed occupazionale di diversi comparti produttivi;
·    archiviare una manifestazione come AUREA, divenuta un punto di riferimento per il trade internazionale qualificato, sarebbe una scelta sbagliata, un gravissimo errore di strategia, soprattutto in questo momento;
 
·    il Governo regionale, che nella agenda politica ha inserito tra le priorità anche lo sviluppo del settore turistico, puntando pure sul segmento religioso, non può lasciare da soli gli imprenditori a giocare una partita che il comparto non può permettersi di perdere, ma anzi deve decidere di scendere in campo al loro fianco, consentendo la realizzazione della Borsa in Capitanata;

·    la sesta edizione di Aurea ha messo di fronte 92 tour operator internazionali, 120 espositori, 47 Cral, le agenzie di viaggio e gli operatori di sette regioni (dal Piemonte all’Umbria, alla Campania) che si sono confrontati su un movimento che vede  Assisi e poi, a seguire, San Giovanni Rotondo, tra le mete più ricercate dai turisti di mezzo mondo;

·    le cifre del turismo religioso sono macroscopiche: nel 2008, la Provincia di Foggia ha registrato un aumento del turismo spirituale del +14% rispetto al precedente anno; la sola S. Giovanni Rotondo un +24%;

·    luoghi di culto, santuari, abbazie, eremi, sono lo strumento di promozione per dare nuovo ossigeno al polmone turistico pugliese, una importante opportunità per lo sviluppo dell’economia e dell’occupazione. Il turismo religioso rappresenta un segmento di mercato dell’economia pugliese in continua crescita, ed è considerato  il volano per lo sviluppo del settore a livello internazionale, perché può contare su oltre 300 milioni di viaggiatori all’anno che generano un fatturato di circa 18 miliardi di dollari,  nella sola Italia un giro d’affari di oltre 4 miliardi di euro;

     Tutto ciò posto il Consiglio Regionale
IMPEGNA
Il Governo regionale a rivedere URGENTEMENTE l’importo del contributo previsto per AUREA 2010 – Borsa del Turismo Religioso e delle Aree Protette, al fine di non pregiudicare il comparto turistico del settore religioso e naturalistico e di garantire la tenuta e l’incremento di flussi turistici qualificati per la regione.
                                  f.to Gatta + consiglieri centro-destra


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright