The news is by your side.

UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO VIESTE – ESERCITAZIONE ANTINCENDIO

12

 

Un improvviso incendio divampa a poppa della nave per il trasporto passeggeri “Picasso” ed ustioni ad un membro dell’equipaggio durante le manovra all’ingresso del Porto di Vieste. Questo lo scenario che ha dato il via all’esercitazione anti-incendio e di soccorso che anche quest’anno ha voluto mettere in atto l’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste.

Con inizio nella zona d’avamporto e termine presso la testata della banchina San Lorenzo, in collaborazione con l’ambulanza del Pronto Soccorso di Vieste, ed, in particolar modo, con la locale Protezione Civile, che, dopo i disastrosi eventi del 2007, ha deciso di dotarsi di mezzi idonei per il primo intervento sul territorio. Alle ore 12.20 scatta l’allarme con una richiesta di soccorso pervenuta dall’imbarcazione coinvolta alla sala operativa della Guardia Costiera. Immediatamente vengono mobilitati ed inviati sul posto i militari a coordinare le operazioni d’intervento e ad interdire il traffico di automobili ed il transito di persone in banchina.

 

La Sala Operativa dispone l’uscita della M/v CP 880 per procedere al trasbordo immediato del marittimo ustionato ed dell’unità veloce GC A74 per bloccare l’ingresso del Porto alle unità in transito; nel contempo si allerta la Protezione Civile di Vieste per chiedere l’intervento finalizzato a domare l’incendio ed il servizio “118” per prestare soccorso al marittimo ferito. Le operazioni, tempestive ed efficaci. si svolgono senza difficoltà ed entro i tempi tecnici previsti, con la messa in sicurezza della nave interessata dall’incendio e le contestuali operazioni di soccorso all’infortunato, evidenziando un buon coordinamento tra tutti gli enti intervenuti. “Esercitazioni di questo genere – dichiara la Guardia Costiera di Vieste – si effettuano con cadenza periodica e sono proprio finalizzate alla coordinazione operativa delle forze e dei mezzi utilizzabili, a testare i tempi d’intervento e le capacità sinergiche e per verificare il livello di addestramento ed il livello di comunicazione tra le pattuglie impiegate, in modo da essere in grado di affrontare le eventuali reali emergenze con maggiore consapevolezza.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright