The news is by your side.

Coppa Italia – Audace Cerignola-Atletico Vieste 4-2

4

L’Atletico Vieste torna subisce una sonora sconfitta sul campo dell’Audace Cerignola, nella gara di andata del secondo turno di Coppa Italia di Eccellenza. Il risultato di 4 a 2 per i locali è figlio di un assoluto black-out nell’ultimo quarto d’ora di primo tempo, in cui i locali hanno messo a segno le proprie segnature.

La gara era iniziata in modo favorevole per i viestani che erano passati in vantaggio grazie ad una autorete dell’uruguaiano Trovato, reo di insaccare un retropassaggio per il proprio portiere. Rocco Augelli avrebbe anche l’occasione di raddoppiare ma il suo diagonale sfiora il palo opposto. Ma dal trentesimo del primo tempo avviene l’inspiegabile: l’Audace Cerignola non solo pareggia ma addirittura rimonta e distanzia l’Atletico mettendo a segno ben quattro reti. Apre le danze daune Trovato che devia di testa un corner, riscattando l’autorete precedente. Le successive segnature arrivano tutte con tiri dalla lunga distanza, uno dei quali direttamente da calcio di punizione.

Negli spogliatoi Franco Cinque striglia a dovere la sua squadra, facendo tornare la calma nei ranghi. L’equilibrio della ripresa viene infranto dal rigore messo a segno da Maurizio Gentile, che finalmente interrompe il trend negativo dal dischetto. Lo stesso Gentile, qualche minuto dopo, sfiora la rete del possibile 4-3 mandando fuori di pochissimo un colpo di testa.

Nonostante la sonora sconfitta, nulla è pregiudicato per la squadra viestana che passerebbe il turno ripetendo il risultato di 2-0 con cui si concluse la sfida di apertura del campionato.

L’Atletico Vieste è sceso in campo con Brunetti tra i pali, Centonze, Sollitto, Vairo, Corbo e Ciuffreda in difesa, Zoila, Colella e Stramaglia a centrocampo, Rocco Augelli e Gentile in attacco. Nel corso della gara Marino ha preso il posto di Corbo e Stoppiello è subentrato a Stramaglia.

Sandro Siena

 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright