The news is by your side.

Le istituzioni e le categorie economiche: “Aurea è una risorsa per il nostro territorio”

10

Il territorio della provincia di Foggia, nelle sue espressioni istituzionali ed economiche, considera la presenza di una Borsa Internazionale del Turismo Religioso una risorsa. E’ in sintesi l’esito del vertice convocato dal presidente della Provincia, Antonio Pepe, e tenutosi stamani nella Sala Consiliare di Palazzo Dogana per scongiurare la cancellazione dell’evento paventata dalla società organizzatrice, ‘Spazio Eventi’, a seguito della decurtazione del contributo regionale. Presenti all’incontro i massimi vertici delle istituzioni che in questi anni hanno ricoperto un ruolo attivo all’interno di ‘Aurea’, l’Azienda di Promozione Turistica, l’Ente Fiera di Foggia ed i rappresentanti delle associazioni imprenditoriali, economiche e commerciali. "Difendere ‘Aurea’, e comunque una Borsa del Turismo Religioso, significa difendere uno straordinario strumento di promozione e valorizzazione del territorio e della sua vocazione turistica – commenta presidente Pepe -. L’Amministrazione provinciale con la riunione di oggi ha inteso esercitare il proprio ruolo di coordinamento e di raccordo tra le diverse componenti del ‘sistema Capitanata’, aprendo così una riflessione ampia e serena, senza polemiche nè rivendicazioni di campanile ma in una logica propositiva e concretamente operativa".
Tanti gli aspetti affrontati nel corso dell’incontro: dalle esigenze di carattere economico alla necessità di un più puntuale raccordo rispetto agli obiettivi dell’evento e al volume di affari ad esso legato. "Abbiamo raccolto positivamente i contributi arrivati oggi – aggiunge l’assessore provinciale al Turismo, Billa Consiglio – che ci hanno confermato come il nostro sia un territorio attivo, deciso a costruire il proprio sviluppo e a difendere il proprio patrimonio, del quale ‘Aurea’ fa parte a pieno titolo. Rilanciare questa manifestazione significa partire da ciò che negli anni è stato costruito e potenziarlo, all’interno della cornice di un nuovo rapporto tra pubblico e privato".
Nei prossimi giorni gli elementi emersi da vertice odierno saranno al centro un ulteriore confronto finalizzato a dar vita ad una proposta ampia e partecipata.
"Ringraziamo tutti coloro i quali hanno preso parte all’incontro, gli amministratori locali e i consiglieri regionali che con il loro impegno hanno tenuto alta l’attenzione su questo tema – sottolinea il presidente del gruppo consiliare del Popolo della Libertà in Consiglio provinciale Paolo Mongiello, promotore dell’iniziativa da cui è scaturito il vertice -. E’ la dimostrazione che vi è la diffusa e unanime consapevolezza che sia necessario attivarsi al massimo per difendere quelle che sono le nostre eccellenze, il nostro turismo, la vocazione spirituale e religiosa del territorio. E soprattutto è la conferma che di fronte ai problemi e alle difficoltà la Capitanata è una terra che sa e che vuole rimboccarsi le maniche tutelando le sue ricchezze ed il suo futuro".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright