The news is by your side.

Juve Stabia – Foggia 0-2 – Sau – Insigne –

4

Ci pensano ancora una volta i gemelli del gol a far vincere il Foggia e a portralo al secondo posto in classifica. Un uno-due aperto da Sau a metà secondo tempo e conlcuso nel breve volgere di pochi minuti dal suo gemello Insigne. Eppure, oggi, il Foggia proprio non era piaciuto. Lento e prevedibile, forse anche lungo in campo e troppo solista in alcuni uomini. Ma quando si vincono certe partite o si ha la squadra nettamente più forti dell´avversario oppure è l´anno buono. Ed al Foggia vanno bene entrambe le soluzioni. Dopo solo due minuti di gara Insigne ci prova con una parabola a giro di destro sul quale Fumagalli para senza problemi. E´solo la prima azione di un Foggia che parte con l´acceleratore pigiato, senza tuttavia trovare la porta avversaria. Al 12´ Mbakogu porta la palla per la prima volta in area rossonera, salta Caccetta e tira centralmente: Ivanov para. Al 16´ il Foggia predica calcio Champagne. Burrai trova al volo un corridoio per Insigne che salta l´avversario e dal limite dell´area cerca il tiro a giro alto sulla traversa. La Juve Stabia sembra aver preso le misure al Foggia attorno alla metà del primo tempo. Al 23´ Albadoro prova il tiro da posizione defilata ma la sfera termina due metri lontano dal palo.

Due minuti dopo risponde il Foggia con una discesa di Regini sul versante sinistro. Il terzino ritarda il tiro e si fa chiudere in angolo. Al 28´ Ivanov compie una parata salva-partita. Buco di Romagnoli, si incunea Raimondi che spara dal limite un bolide sotto la traversa. Il portiere con una mano riesce a respingere il pallone e l´azione si spegne. Al 31´ viene sbandierato al Foggia un fuorigioco inesistente. Sau si sarebbe presentato tutto solo davanti al portiere.

Al 32´ Mbakogu sempre pericoloso in velocità approfitta della dormita, l´ennesima, dei centrali e si lancia tutto solo verso la porta. Ivanov si oppone con il corpo in angolo. Sugli sviluppi dello stesso sempre Mbakogu di testa coglie il palo alla sinistra di Ivanov. Buchi centrali a non finire nella difesa del Foggia. Al 35´ Ivanov deve uscire di piedi al limite dell´area per sradicare la sfera dai piedi di Mbakogu. Al 37´ i padroni di casa reclamano un rigore su Raimondi ma l´arbitro lascia continuare.

Al 40´ Raimondi rimedia un giallo per fallo da dietro su Varga, lanciato verso la difesa avversaria. Un minuto dopo c´è il giallo anche per Regini, ingenuo nell´allungarsi il pallone su uno scherma non riuscito sugli sviluppi della stessa punizione. Il giallo, però, è sembrato generoso. In chiusura di tempo Sau elude il fuorigioco su assist di Varga ma da posizione defilata calcia addosso al portiere. L´azione continua ma il cross di Kone viene spazzado con difficoltà dalla difesa. Si chiude così il primo tempo.

Nella ripresa nessun cambio nelle due squadre. Al 46´ Insigne si presenta tutto solo davanti a Fumagalli ma l´arbitro ravvede una posizione di fuorigioco. Al 48´ Burrai rimedia un giallo per un fallo a centrocampo. Nella Juve Stabia esce Raimondi entra Davì. Al 51´ Varga entra in area da destra e cerca il sinistro. La palla si spegne alta sulla traversa. Un minuto dopo Mbakogu soffia palla a Romagnol ie mette al centro un cross fuori misura da posizione invitante. Ancora un minuto e Mbakogu divora una chiara occasione da rete. Da pochi passi sbaglia clamorosamente il tap in vincente. Al 54´ Salamon in una mischia su angolo segna, ma l´arbitro aveva già fischiato un fallo degli attaccanti rossoneri.

Al 56´ Juve Stabia vicina al gol. Iozzia commette un fallo inutile al limite dell´area. Sugli sviluppi della punizione Pezzella scheggia l´incrocio dei pali. Al 13´ i padroni di casa reclamano un rigore per un´evidente trattenuta di Caccetta su Mbakogu. L´arbitro ammonisce per simulazione l´attaccante. Zeman corre ai ripari, toglie Salamon e fa entrare Laribi. Al 64´ entra Agodirin al posto di uno spento Varga. Al 67´ Sau riporta il Foggia in avanti. Il suo tiro dal limite esce di poco distante dal palo.

Al 67´ il Foggia passa in vantaggio. Insigne passa palla al piede da sinistra a destra, cross al centro per Sau che non sbaglia il più facile dei tap in. Nella Juve Stabia Braglia toglie Nanda e fa entrare Mezavilla. Al 71´ il Foggia divora due gol in una sola azione. Sau coglie il palo a botta sicura, sulla ribattuta Insigne colpisce l´esterno della rete. Al 74´ il Foggia raddoppia. Kone vede un corridoio d´oro per Insigne che solo davanti a Fumagalli lo fredda, facendosi perdonare l´errore precedente.

Al 79´ Insigne cerca ancora la via del gol con un tiro da un metro dentro l´area di rigore: Fumagalli si allunga alla sua sinistra e para. Al 76´ Albadoro cerca il tiro dal limite, para a terra Ivanov. Al 83´ Ivanov esce su Mbakogu fuori dall´area ma l´arbitro estrae dal taschino solo un giallo. Zeman toglie Sau, infortunato, al suo posto Rigione. All´84´ Mbakogu mette al centro un rasoterra sul quale Albadoro arriva in ritardo. Braglia prova l´assalto finale togliendo Cazzola ed inserendo Paoletti. Al 87´ Agodirin divora un gol fatto tutto solo in contropiede lanciato verso Fumagalli.

Al 90´ Agodirin cerca il tiro da posizione impossibile e chiama il portiere alla deviazione in angolo. Finale di gara ad alta tensione. Piovono sputi su Burrai a terra per infortunio. Scoppia una disputa tra barellieri e steward impegnati nei soccorsi. Arriva anche Zeman a fare da paciere. Molinari proteste e rimedia il giallo. La partita finisce qui, con le proteste dei padroni di casa e la festa nella curva ospite dei venticinque tifosi rossoneri.

Domenico Carella


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright