The news is by your side.

Arresto Libergolis, Laudati: i giovani hanno dato linfa e forza

7

"Abbiamo preso Franco Libergolis, a pochi metri dal luogo dove abbiamo fatto una manifestazione sulla legalità". Sono le parole a caldo del Procuratore Capo della Direzione Distrettuale Antimafia, Antonio Laudati, nel corso dell’incontro con la stampa tenutosi stamani nella sede del Comando Provinciale Carabinieri di Foggia. Il magistrato ha espresso profonda soddisfazione per l’arresto di uno dei trenta latitanti più pericolosi d’Italia. "Il suo arresto rappresenta una svolta nelle indagini dell’antimafia – ha detto Laudati – un nuovo corso nel contrasto alla mafia garganica. E’ un momento importantissimo perchè questo arresto segna una nuova era nella collaborazione tra strutture investigative e cittadinanza. Questo – ha proseguito il Procuratore Capo della DdA – è un punto di partenza, non un punto d’arrivo. La struttura investigativa – ha incalzato – lavora in maniera incessante, professionale!’. Sono tre i ringraziamenti di Laudati per l’esito positivo dell’operazione di oggi. "Ringrazio innanzitutto l’Arma dei carabinieri; il mio secondo ringraziamento – ha detto lo stesso – lo rivolgo alla struttura investigativa del mio ufficio e tutte le forze di polizia che stanno lavorando contro la criminalità. Terzo ringraziamento a quei giovani di Manfredonia che hanno fatto una marcia per la legalità e che per la prima volta nel Gargano hanno sfidato il muro dell’omertà; a quei giovani di Monte Sant’Angelo che hanno fatto una manifestazione importante alla quale abbiamo partecipato anche io e il sottosegretario all’interno Alfredo Mantovano. Lo sforzo – ha concluso Laudati – che è stato fatto su questo territorio giunge dal segnale che hanno dato giovani di questa terra che ci hanno dato linfa e forza molto importanti per proseguire nel nostro lavoro di intelligence".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright