The news is by your side.

Foggia/ Consiglio Provinciale approva salvaguardia equilibri di bilancio

6

Il Consiglio provinciale ha approvato questa mattina con 14 voti favorevoli e 10 contrari i provvedimenti per la salvaguardia degli equilibri di bilancio ed il riconoscimento dei debiti fuori bilancio; con 15 voti favorevoli e 10 contrari, invece, le variazioni al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2010. Non hanno partecipato al voto i consiglieri del gruppo consiliare dell’Unione di Centro, Pasquale Pellegrino e Michele Bonfitto; mentre in occasione del primo accapo non ha preso parte alla votazione il consigliere del Popolo della Libertà Paolo La Torre, attualmente ancora presidente della società ‘Diomede S.r.l.’ verso la quale il Consiglio ha riconosciuto un debito fuori bilancio. Ad illustrare gli interventi finanziari l’assessore provinciale al Bilancio, Pasquale Pazienza, che ha preliminarmente ringraziato l’Ufficio Ragioneria dell’Ente ed il Collegio dei Revisori dei Conti ‘per l’impegno profuso ed il lavoro svolto nell’interesse della Capitanata’. "L’analisi prospettica al 31 dicembre 2010 – ha spiegato l’assessore Pazienza – rileva una situazione di equilibrio complessivo e in linea con quanto previsto dagli obblighi derivanti dal Patto di Stabilità. Per quel che concerne invece la gestione complessiva di competenza, si registrano degli scostamenti rispetto alle previsioni di bilancio relativi a minori entrate correnti (addizionale energia elettrica, I.P.T., R.C. auto) a cui corrispondono le relative minori spese correnti. Si registra, inoltre, per la parte relativa agli investimenti, una sostanziale conferma di quanto programmato nel piano triennale dei Lavori Pubblici 2010/2012 previo riscontro della riscossione effettiva delle risorse trasferite dalla Regione, dallo Stato, dalla Comunità europea e da altri Enti Pubblici. Sono stati esclusi dal saldo rilevante ai fini del Patto di Stabilità i pagamenti in conto capitale effettuati entro il 31/12/2010 per un importo non superiore al 0,78% dell’ammontare complessivo dei residui passivi in conto capitale, risultanti dal rendiconto dell’esercizio 2008". "Un beneficio – ha affermato Pazienza – che per la Provincia di Foggia ammonta ad 1 milione 404mila 911 euro e che è stato già utilizzato per velocizzare i pagamenti in conto capitale". Ammontano invece a 858mila euro i debiti fuori bilancio rivenienti per 812mila euro dalle sentenze esecutive riguardanti la controversia tra l’Amministrazione provinciale e l’ITG "Dante Alighieri" di Cerignola e con l’impresa "Galasso Costruzoni S.p.A." in relazione ai lavori di ristrutturazione degli uffici di Palazzo Dogana; e per 46mila 100 euro dal debito verso la società partecipata "Diomede S.r.l." per il ripiano delle perdite d’esercizio degli anni 2008 e 2009 e per la ricapitalizzazione del capitale sociale. "Il riconoscimento dei debiti fuori bilancio ereditati – ha sottolineato l’assessore Pazienza – non pregiudica gli equilibri complessivi del bilancio 2010". La variazione di bilancio, invece, ammonta a 909mila 100 euro e si è resa necessaria da un lato per riconoscere i debiti fuori bilancio e dall’altra per incamerare 51mila euro di maggiori entrare derivanti da finanziamenti regionali nel settore del trasporti e da proventi extratributari. Lungo ed articolato il dibattito nel corso del quale sono intervenuti i Consiglieri Massimo Colia (Italia dei Valori); Michele Bonfitto (UdC); Roberto Nigro (PS); Paolo Mongiello, Paolo La Torre (PdL); Rocco Ruo (La Capitanata prima di Tutto); Nicandro Marinacci (Udeur), Paolo Campo, Antonio Prencipe (PD); Michele Augello (Indipendente


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright