The news is by your side.

Vieste/ Mongolfiera scomparsa: stop alle ricerche

7

Sono terminate nella tarda mattinata le ricerche della mongolfiera ‘Usa 2′, con due statunitensi a bordo, precipitata a dieci miglia al largo di Vieste il 29 settembre scorso. A bordo c’erano gli statunitensi Richard Abruzzo e Carol Rymer Davis, che partecipavano alla ’54/esima Coupe Aeronautique Gordon Bennet’.  La decisione di ‘chiudere l’evento – spiegano dalla Capitaneria di porto di Bari – è stata presa perchè non ci sono più speranze di trovare in vita i due dispersi’, e anche perchè dopo sei giorni di ricerche, dal Gargano a Brindisi, non è stata trovata alcuna traccia del pallone aerostatico e dei corpi dei due dispersi. Alle imbarcazioni in navigazione nella zona e ai comandi marittimi sono stati inviati messaggi di allerta. Stamani nelle perlustrazioni sono state impegnate, al largo del Gargano, tre motovedette della Guardia costiera; un elicottero della Guardia di finanza che ha perlustrato il Golfo di Manfredonia dove ha controllato un corpo galleggiante che inizialmente poteva sembrare appartenere alla mongolfiera ma si è poi rivelato essere una pedana in legno. Secondo la Guardia costiera di Bari, la mongolfiera è ‘quasi certamente’ precipitata in mare al largo di Vieste. Questa conclusione deriva dall’esame dei tracciati di tre radar, dai quali emerge che il pallone aerostatico, dopo essere entrato in un temporale, in un minuto, forse dopo essere stato colpito da un fulmine, ha fatto un salto di quota scendendo da circa 1.800 metri a 200 metri. Quindi, è precipitato ad una velocità di circa 85 chilometri orari. L’ipotesi è che si sia distrutto nell’impatto con il mare e che gli eventuali resti siano stati trascinati sul fondale in un punto in cui la profondità è di 80-90 metri.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright