The news is by your side.

Denim Air: vogliamo decollare da Foggia

7

La compagnia olandese interessata al Gino Lisa. “Ma Aeroporti di Puglia non ci ascolta”.

 

“Stiamo bussando da molto tempo, senza ricevere risposte, alle porte di Aeroporti di Puglia perché è nostra forte intenzione operare su Foggia con destinazione di forte interesse come Pisa, Verona, Bologna e Venezia”. Denim Air ACMIB.V., compagnia aerea olandese operante in Italia per conto di Flyoristano.com, smentisce – seccamente quanto affermato a l’Attacco da Mario Franchini, direttore di Adp, secondo il quale “nonostante tutti gli sforzi nessuna compagnia vuol operare da Foggia”. Ma, grazie ad un’approfondita ricerca dell’Associazione ‘Mondo Gino Lisa, sostituitasi
gratuitamente ad Enti preposti come la Regione Puglia Promodaunia, viene alla luce l’interessamento della Denim Air. “A seguito di una attenta ricerca di mercato — dichiarano dalla compagna- mirata all’attivazione di nuovi collegamenti con origine dagli aeroporti minori del sud
Italia, ha individuato nell’aeroporto di Foggia una delle basi più promettenti dove posizionare uno dei suoi Fokker 50 in configurazione 50 pax. Sono allo studio alcuni collegamenti, apparentemente di grande interesse, che attualmente risultano scoperti, quali Foggia- Pisa- Malpensa,
Foggia — Verona, Foggia — Bologna e Foggia — Venezia — concludono-. Altre tratte potranno
essere prese in considerazione in base a concreti interessi manifestati dalla Provincia di Foggia e dai suoi abitanti. Chiaramente, la concretizzazione di quanto sopra non può avvenire in assenza di un massiccio supporto economico da parte degli Enti Locali per il periodo di start up”. L’Attacco, in merito, ha sentito anche ‘Mondo Gino Lisa’, che da qualche tempo sta dando una decisiva scossa per il futuro dello scalo: “Riteniamo di fondamentale importanza—spiega il Presidente Andrea Casto- rispondere alle affermazioni di quanti ancora persevererebbero nel sottovalutare i risultati che lo scalo di Viale degli Aviatori sta ottenendo. Risultati definiti “eccellenti” dalla stessa società che gestisce lo scalo (cfr. comunicati stampa di Aeroporti di Puglia in merito al numero di passeggeri nei mesi estivi del 2010). L’importanza di questi dati è oggettiva, soprattutto se contestualizzata alla realtà del Gino Lisa: ad operare è un solo Saab da 50 posti e l’offerta si articola su soltanto tre destinazioni. Nonostante questo si riescono a raggiungere riempimenti molto alti, anche con prezzi dei biglietti sfavoriti dalla concorrenza aeroporti limitrofi – prosegue – Il parere di Mondo Gino Lisa differisce dalle affermazioni di Aeroporti di Puglia, rilasciate venerdì i ottobre 2010 per mezzo del Dott. Marco Franchini a “L’Attacco”. Sicuramente pronunciate in buona fede, le stesse potrebbero produrre, probabilmente, confusione su quella che è la realtà dello scalo dauno. Si parla di riempimenti medi del 50%, i quali sembrano matematicamente in contraddizione con il totale mensile di passeggeri, raggiunto dal “Gino Lisa e reso pubblico ogni mese. Inoltre, in merito ai contributi offerti a Darwin Airline, delineati come molto elevati o eccessivi rispetto a quelli concessi a Bari e Brindisi, Mondo Gino Lisa invita a tener presente della differenza in numero di compagnie e di tratte offerte nei tre scali pugliesi: ciò fa si che a Foggia giunga un totale in contributi pubblici di gran lunga rispetto agli altri aeroporti citati”. Risposte piccate alle accuse che giungono da Bari. “Si precisa, inoltre, che da Foggia con l’attuale pista a disposizione possono operare solo aerei di dimensioni ridotte, il cui costo di gestione è maggiore rispetto a quello richiesto per aeromobili più grandi (e più diffusi) che, invece, possono operare a Bari o Brindisi. Questa situazione non fa che svantaggiare in partenza il Gino Lisa—conclude-. Infine, si è affermato che “nessuna compagnia è disposta a venire a Foggia” . Mondo Gino Lisa non considera corretta questa affermazione, volendo dimostrare, al contrario, che nuove compagnie si stanno interessando sempre di più all’aeroporto di Foggia, per gli ottimi risultati ottenuti e per l’importanza geografica se contestualizzata alle mete turistiche, religiose ed economiche coperte dallo scalo. La controprova è rappresentata dalla compagnia Denim Air, la quale comunica pubblicamente la volontà di aprire nuove rotte da Foggia basando un suo aeromobile Fokker 50, pienamente compatibile con l’attuale lunghezza della pista. La proposta di Denim Air rientra a pieno anche con la richiesta dei clienti del Gino Lisa in merito alle mete da raggiungere, soprattutto se calibrate nei giusti orari di partenza e di arrivo. La nuova compagnia porterebbe un aumento del numero complessivo di passeggeri degli aeroporti pugliesi, i quali, come accaduto nei mesi estivi, hanno dimostrato di saper coesistere e fare sistema”.

Matteo Palumbo
L’Attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright