The news is by your side.

La Regione cancella AUREA. Nasce un’altra Fiera del Sacro

8

Al via la Borsa del Turismo religioso e de Cammini dello Spirito.

 

La Borsa del turismo religioso si farà: non sarà più organizzata dal soggetto privato che l’aveva allestita fino allo scorso anno. Non avrà lo stesso corposo budget, né il contributo messo finora a disposizione dalla giunta regionale. Ma si farà. Sarà organizzato con il sostegno della Regione e degli enti locali della Capitanata. Lo ha reso noto l’assessore al Turismo e Mediterraneo, Silvia Godelli, nel corso della discussione su un ordine del giorno presentato in consiglio regionale dall’opposizione di centrodestra. Il documento impegnava la giunta a «rivedere urgentemente l’importo del contributo previsto per “Aurea” (il marchio delle vecchie edizioni, ndr) al fine di non pregiudicare il comparto turistico del settore religioso e naturalistico». L’ordine del giorno è stato respinto (21 a favore, compresa l’Udc, 25 i contrari, un astenuto), ma Godelli ha potuto annunciare «una buona notizia». Regione, Provincia e Camera di Commercio di Foggia, Promodaunia, Enit, Comuni di San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo, Fiera di Foggia hanno concordato una nuova iniziativa. «In dialogo — ha detto Godelli — col Parco del Gargano, che sta ancora riflettendo. Il nuovo progetto si chiamerà “Borsa del turismo religioso e dei cammini dello spirito”». La prima edizione si svolgerà il 26, il 27 e il 28 novembre tra Foggia, San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo (questi due centri sono le destinazioni principali di un flusso intenso di pellegrinaggio per San Pio e San Michele Arcangelo). Sono previsti diversi workshop nei due Comuni, ed educational sul Gargano e sul Subappennino. «San Giovanni Rotondo — ha detto l’assessore — fungerà da ente capofila e anticiperà lo stanziamento della Regione per la parte che eccede i 50 mila euro stanziati dalla giunta. Tetto che ci è imposto dal rispetto del Patto di stabilità».
Alla prima edizione della nuova «Borsa» andranno l70 mila euro, al cospetto delle diverse centinaia di migliaia che costava Aurea e al «vecchio contributo regionale pari a 240mila euro». Insomma, secondo la Regione si spenderà di meno. Per il 2010 la Provincia e Promodaunia stanzieranno 40mila euro; 20 la Camera di commercio; da 60 a 90 la Regione; da vedersi gli altri. Il Comune di San Giovanni è già attivo. Domani sarà a Roma per incontrare l’Opera pellegrinaggi. La gestione delle vecchie edizioni, ha lasciato tracce. «La Spazio-.eveti — ha riferito l’assessore — ha lasciato obbligazioni inevase per 517 mila euro, tutte regolarmente liquidate dalla Regione». Anche per questo «è bene che un ente pubblico come la Regione non affidi contributi di una certa entità, senza bando, a un soggetto privato». Critiche dal centrodestra alle decisioni regionali. «La sinistra ha dichiarato il primo firmatario dell’ordine del giorno Giandiego Gatta — ha portato a compimento il suo disegno di colpire la Capitanata e la sua grande vocazione al turismo religioso». Le motivazioni di Godelli? «Menzognere, capziose e forse anche diffamatorie». Replica dell’assessore: «Sul Gargano arrivano ogni anno sei milioni di pellegrini, ma l’indice di pernottamento è irrisorio. L’occupazione degli alberghi ha subito una flessione del 17% nel 2009 e del 28 nel 2010. Stiamo predisponendo interventi finanziari per sostenere le eccellenze, tramite fondi del ministero e del Poin-turismo».

Francesco Strippoli 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright