The news is by your side.

Il Procuratore Nazionale Antimafia incontrerà il 29/10 i giovani di Manfredonia

7

Il 29 ottobre 2010 il Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso sarà a Manfredonia per un incontro e confronto con i giovani sul tema ‘Per non morire di mafia’, ispirato al titolo dell’ultimo libro scritto dal magistrato di licatese.  Il convegno, che si terrà a partire dalle ore 10.30 presso il Teatro Comunale, è stato fortemente voluto dal sindaco Angelo Riccardi che, fin dai primi giorni del suo insediamento, si è impegnato nella lotta per affermare i principi della legalità, condizione essenziale per la crescita sociale ed economica del territorio. "Ognuno di noi sa quanto sono fragili la libertà, la dignità, l’onestà e la sicurezza quando non siano sostenute da una società in grado di farle proprie e interiorizzarle come diritti e valori di tutti. Così come sappiamo quanto è lungo e lento il percorso che porta a essere cittadini consapevoli e capaci di farsi promotori di cittadinanza.
Per questo motivo, come amministrazione comunale, intendiamo realizzare un laboratorio stabile per l’educazione alla legalità, organizzando una serie di eventi rivolti ai giovani, coinvolgendo anche il mondo della scuola. I giovani rappresentano la promessa di futuro e di riscatto della nostra società, ed è soprattutto a loro che vogliamo rivolgerci per diffondere ideali e aspetti culturali che stanno alla base di ogni altro progresso", ha dichiarato il primo cittadino di Manfredonia. E il primo convegno sulla legalità avrà un ospite d’eccezione, il Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso. "Piero Grasso sta conducendo una straordinaria opera di promozione della legalità in ambito nazionale: incontra i cittadini e attraverso il confronto diretto, specialmente con i giovani, diffonde i valori di uno dei fondamenti della nostra Costituzione. Un’iniziativa encomiabile e necessaria sul piano della prevenzione dei reati che, affiancata all’azione repressiva, può preparare un futuro migliore di cui vi è assoluto bisogno nel Paese, e nel Mezzogiorno in particolare. E’ anche in segno di stima e apprezzamento per i brillanti risultati conseguiti nella lotta alla mafia nel corso della sua eccellente carriera, che abbiamo voluto il procuratore Grasso ad aprire questa serie di incontri nella nostra città -ha sostenuto Angelo Riccardi-. E siamo oltremodo onorati di averlo come primo ospite".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright