The news is by your side.

Vieste/ Fratelli uccisi, Diomeda: stiamo lavorando senza soste

11

‘Quello che posso dire è che stiamo lavorando senza soste. Stiamo verificando una serie di cose, senza tralasciare alcun particolare.  Un lavoro intenso, sistematico che alla fine porterà, si spera, i risultati sperati’. Lo dice il comandante provinciale dei carabinieri di Foggia, col.Vito Antonio Diomeda, a proposito dell’uccisione dei fratelli Martino e Giovanni Piscopo, imprenditori turstici viestani scomparsi il 18 novembre. I loro corpi sono stati trovati bruciati a bordo di una vettura carbonizzata il 28 novembre. Per Diomeda, ‘chi ha commesso questo duplice omicidio, se ne pentirà amaramente, perchè quello che hanno fatto è troppo grave e non può non essere perseguito nel modo più severo e deciso. Lo Stato non può lasciare impunito un episodio tanto grave’. Sulle indagini, Diomeda sottolinea che si stanno svolgendo ‘indagini ad ampio spettro, senza tralasciare nulla’. ‘Credo – aggiunge – che alla fine i risultati si vedranno’ Per ora, ad ogni modo, non pare siano stati acquisiti elementi che possano dare un movente al duplice omcidicio. Buio completo, invece, sul movente. Tante le ipotesi, ma nessuna al momento che possa essere definita più attendibile delle altre. Domani potrebbe essere fatto l’esame autoptico su quello che resta dei due corpi carbonizzati dei fratelli Piscopo. ‘Credo che domani il magistrato affiderà l’incarico per l’autopsia’, ha detto il prof.Vittorio Fineschi, responsabile del Servizio di Medicina Legale degli Ospedali Riuniti di Foggia. ‘Se dovesse essere affidato a noi, probabilmente – ha aggiunto – saremo anche noi a fare gli esami del Dna’. Questi ultimi sono stati chiesti dai parenti dei fratelli Piscopo, per avere la certezza che i resti carbonizzati trovati appartengano proprio ai loro congiunti. ‘Al momento – ha dichiarato l’avv.Bernardino Masanotti, legale della famiglia Piscopo – non vi sono novità sulle indagini. Aspettiamo gli accertamenti medico-legali per capire bene come si siano svolte le cose, come sono stati uccisi e quando. Per il resto, al momento non si può dire nulla’.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright