The news is by your side.

Ambulanze e 118: una interrogazione di Damone (LaPpdt)

15

Il capogruppo de la Puglia prima di tutto, Francesco Damone, ha inviato una interrogazione al presidente della giunta e all’assessore alle politiche della salute, che ha come tema ‘il nolo autoambulanza per il 118, inserito in un contesto di responsabile gestione della spesa pubblica’. Premesso che la Direzione Generale dell’Asl di Foggia ha indetto una gara per il noleggio di 4 ambulanze di tipo A e di auto medica per le postazioni di emergenza 118; in seguito all’apertura delle offerte è stata assegnata la fornitura alla ditta Alea Italia s.r.l. di Moncalieri per l’importo complessivo di € 203.000,00; considerato che la Sanitaservice anch’essa sottoposta alla fornitura di ambulanza a nolo che certamente spende molto meno di quanto deliberato; non solo, ma sarebbe stato auspicabile che si indicassero le ragioni del nolo al di fuori della stessa Sanitaservice; alla luce delle premesse, il sottoscritto consigliere regionale de "la Puglia prima di tutto", Francesco Damone interroga il Presidente della Giunta regionale e l’assessore alle politiche della salute per conoscere: quanti automezzi complessivamente sono in dotazione a noleggio che sono in carico all’Azienda con i relativi costi di affitto, carburante e a quali servizi sono stati assegnati e se per l’uso dell’auto si rispettano le norme regolamentari soprattutto in ordine ai fogli di marcia e se i percorsi sono tutti eseguiti per fini istituzionali? Se non fosse il caso di incaricare la Sanitaservice che già opera in questo settore e l’affitto delle ambulanze ha un costo di gran lunga inferiore? Non sarebbe stato consigliabile l’acquisto delle ambulanze che, tra l’altro, sono sottoposte a regime di manutenzione contrattuale? Si vogliono proprio spendere risorse pubbliche? Quali postazioni andranno ad occupare, visto che il 118 ormai è in funzione da diversi anni e la Sanitaservice assicura già il servizio? Quante ambulanze e quante automedica sono state assunte a noleggio e i vari tipi di modello e a quali presidi assegnate con possibile riferimento agli autisti e personale addetto? A quanto ammonta l’importo annuale per una simile operazione? Sono sempre utilizzate per fini istituzionali? Non si potrebbe procedere all’acquisto direttamente atteso il costo del nolo per soli 14 mesi che ovviamente saranno prorogati è veramente esoso? E’ opportuno in tempi di gravissime ristrettezze economiche continuare in questa logica perversa del noleggio con la scusante che la manutenzione appartiene ai fornitori? Se non si avvia una vera e responsabile gestione della spesa pubblica, specie nel comparto sanità, non solo la Regione Puglia continuerà ad aggravare i debiti, ma l’intera comunità pugliese sarà ulteriormente gravata di tasse ed imposte che non costano alcunchè a chi le propone e gravano moltissimo sui bilanci delle famiglie.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright