The news is by your side.

Politiche Sociali, presentato a Palazzo Dogana il progetto “Inclusione’

7

"Accrescere il livello di conoscenza e di professionalità degli operatori impegnati nel campo delle politiche sociali è la via migliore per potenziare la qualità della proposta che il sistema degli Enti Locali di Capitanata offre alla comunità provinciale". Così Antonio Montanino, assessore provinciale alle Politiche Sociali, ha presentato questa mattina il progetto ‘Inclusione – Nuove Sfide per il Welfare Locale’, l’azione di sistema finalizzata ad aggiornare le competenze professionali degli operatori sociali pubblici e del privato, in particolare nell’ambito dell’implementazione della gestione dei Piani di Zona 2009-2011. Presenti alla presentazione del progetto, oltre all’assessore Montanino, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Foggia, Pasquale Pellegrino; il dirigente del Servizio Politiche sociali della Provincia di Foggia, Francesco Mercurio; il responsabile di progetto, Marco Sbarra e il responsabile della segreteria tecnica del progetto, Antonio Scardi. "Il percorso di riforma del welfare in Puglia – ha spiegato Montanino – è arrivato ad un punto cruciale: dopo l’approvazione e l’attuazione del primo triennio (2005-2007, esteso al 2008) dei Piani Sociali di Zona, il sistema delle politiche e dei servizi sociali pugliese si trova oggi di fronte alla necessità di implementare la gestione del secondo Piano Sociale di Zona (2009-2011), nel solco tracciato dal nuovo Piano Regionale delle Politiche Sociali. E’ in quest’ottica che il progetto ‘Inclusione – Nuove Sfide per il Welfare Locale’ punta a far sì che l’Amministrazione provinciale svolga il ruolo di coordinamento dell’aggiornamento professionale degli operatori degli Ambiti territoriali provinciali, promuovendo un’azione di sistema che operi in modo integrato, rivolgendosi sia agli operatori pubblici sia a quelli privati". Destinatari del progetto, che può contare su un finanziamento regionale pari a 207mila euro e che avrà una durata di un anno sono come detto funzionari, dirigenti e operatori degli Uffici di Piano degli Ambiti territoriali provinciali; funzionari, dirigenti e operatori del settore Politiche e Servizi sociali dei Comuni degli Ambiti territoriali provinciali; dirigenti, quadri e operatori delle organizzazioni del Privato Sociale che lavorano negli Ambiti territoriali provinciali; referenti/delegati della ASL FG – Azienda Sanitaria Locale Provincia di Foggia negli Uffici di Piano o comunque impegnati nell’integrazione Piani di Zona – Piani delle Attività Territoriali; operatori delle Scuole e degli Enti di Formazione Professionale accreditati della Provincia di Foggia; operatori del Centro per la Giustizia minorile per la Puglia e degli Uffici dei Servizi Sociali per i Minorenni. Sei le fasi progettuali dell’iniziativa, all’interno delle quali sono previsti 2 seminari, 12 workshop, attività di formazione ‘a distanza’ e ‘d’aula’. "Si tratta di una serie di incontri dal valore strategico per la costruzione di un profilo nuovo e moderno nell’ambito delle politiche sociali di Capitanata – sottolinea l’assessore provinciale – nella consapevolezza che in questo momento di passaggio da una programmazione all’altra, occorre innanzitutto analizzare quanto già realizzato dagli Ambiti territoriali sociali, per capire come consolidare i servizi già attivati e come migliorarne i livelli di qualità. Il sistema delle politiche e dei servizi sociali provinciale, infatti, deve confrontarsi con le buone prassi sperimentate in altri Ambiti territoriali, pugliesi e nazionali – conclude Montanino – al fine di dar vita ad un impianto in grado di acquisire gli strumenti necessari per migliorare in maniera continua gli standard di efficienza e di efficacia dei processi".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright