The news is by your side.

Bari/ Sit-in dei Sanitari precari 27-28-29 dicembre 2010, a partire dalle ore 9.30

13

Organizzato dal Comitato s.p.a. (professionisti – sanitari – precari) parte da questa mattina presso il palazzo della Regione Puglia a Bari un sit-in dei Sanitari precari.

 

Noi professionisti (medici, infermieri, tecnici) precari, veniamo dall’
incontro con uomini e donne di realtà diverse, crediamo nella convivialità
delle differenze e sosteniamo l’accoglienza e l’integrazione; noi stiamo nel
mondo della sanità pubblica con tutte le difficoltà, dove a volte manca tutto e
c’è solo un’immagine di GESU’ SALVATORE.
Noi professionisti precari crediamo nella dignità di ogni persona, nella
solidarietà fra uomini e nella legalità, ma non è pensabile che qualcuno ha
troppo e qualcun altro ha niente; è questione di giustizia.
Noi con coraggio ed amore continuiamo l’umile impegno (cura) verso tutti senza
tralasciare nessuno, ma i sanitari precari pugliesi hanno visto nei loro
confronti un accanimento di leggi, sentenze, comportamenti, ingiusti ed
incomprensibili.
 Da ultimo vi è l’accordo sul federalismo fiscale regionale raggiunto tra
Governo e Regioni che  comporterà una riduzione dei servizi per i cittadini
della puglia, perché  interessata dal blocco delle assunzioni.
Si, perché si parla di assunzioni e non di blocco del turnover,  in quanto noi
copriamo da molti anni, con continuità, vacanze organiche di sanitari che da
tempo sono in pensione.
Non si tiene conto in alcun modo nell’accordo stato-regione della riduzione
quantitativa e qualitativa delle prestazioni sanitarie; della lesione del
diritto alla salute per i pugliesi causata dalla prevedibile ed inevitabile
interruzione di pubblico servizio che si verificherà.
La scelta del governo nazionale con la L.122/2010 di impedire le prorogare dei
contratti, nonché impedire l’assunzione del personale che ha più di 36 mesi di
servizio continuato, è una vera ingiustizia.
  Un ulteriore atto d’ingiustizia è la scelta di sostituirci con altro
personale attraverso altre procedure (mobilità, avvisi pubblici), con contratti
di collaborazione, e con l’uso indiscriminato di cooperative e società
interinali .
Al contrario, per noi sanitari, precari da anni, sembra opportuno porre  in
essere una programmazione della stabilizzazione, in tempi brevi, come imposto
dalle direttive europee, dalle norme nazionali di pubblico impiego e confermato
di recente dalla Corte di Cassazione Civile. Questo, per non disperdere
preziose competenze professionali, la cui formazione ha avuto un costo non
indifferente per la collettività, e per permettere di rispondere alla crescente
domanda di salute dei cittadini pugliesi.
Dunque, il rinnovo congruo ed adeguato dei contratti  dei sanitari (medici, 
infermieri, tecnici) nonché la  programmazione della stabilizzazione in tempi
brevi sembra a nostro avviso la strada più giusta da seguire.
Per sensibilizzare il consiglio della Regione Puglia ad attuare in tempi
brevi  un immediato processo di stabilizzazione del personale, ed il blocco
immediato di tutte le procedure di mobilità in entrata ( da altre regioni)  del
personale sanitario,  già intraprese da alcune ASL,  il personale sanitario
precario terrà un sit-in nei pressi del palazzo della regione puglia sito in
Via Capruzzi, 212 – BARI – nei giorni 27-28-29 dicembre, a partire dalle ore
9.30.
In fede
Domenico CIRASOLE (dcirasole@libero.it)
Presidente COMITATO S.p.A.  (PROFESSIONISTI – SANITARI – PRECARI)

—————————————————————————————————————

Non dare per scontata la nostra esistenza!

Senza il sostegno economico di persone come te non saremmo in grado di informarti.

Se ci ritieni utili la pubblicità sul nostro sito o sulla nostra radio costa solo 1 euro al giorno…..

tel. 0884/704191

—————————————————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright