The news is by your side.

Vendola «razzista» con la Capitanata. «Piangete sempre: è Foggianesimo»

9

Il neologismo coniato dal governatore di Terlizzi. Le proteste dei consiglieri regionali eletti in Daunia.

 

I consiglieri della Capitanata sono affetti da una strana malattia: il «foggianesimo». Inutile cercare sul vocabolario.

Si tratta di un neologismo che il governatore Vendola, poeta e scrittore, ha coniato all’impronta, mentre in Consiglio regionale imperversava la dura lotta sulle norme di Bilancio. È la notte tra lunedì e martedì. Una pattuglia di consiglieri eletti in Capitanata (Lucio Tarquinio, Giandiego Gatta e Giannicola De Leonardis) si affannano per sollecitare uno stanziamento per la fiera di Foggia e per i locali consorzi di bonifica. Rivendicazionismo? Vittimismo? Localismo? Cripto-leghismo? Macché. Il governatore li bolla, «il vostro è foggianesimo», ad indicare un vezzo e un’inclinazione tipica.

La reazione, ieri, è stata sdegnata. Tarquinio, mai una parola fuori posto, è sbottato: «Neppure io posso stare in silenzio di fronte allo sprezzante neologismo». Gatta: «Se fosse malattia, sarebbe foggianite. Ma al più è una religione». De Leonardis: «Mi fa pensare all’Umanesimo. Che afferma la dignità degli esseri umani. Non mi dispiace».

 

 

—————————————————————————————————————-

Non dare per scontata la nostra esistenza!

Senza il sostegno economico di persone come te non saremmo in grado di informarti.

Se ci ritieni utili la pubblicità sul nostro sito o sulla nostra radio costa solo 1 euro al giorno…..

tel. 0884/704191

—————————————————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright