The news is by your side.

Peschici/ Bonificata l’oasi di Tavola di Pietra. Intatta dopo l’incendio di 3 anni fa

34

Un lavoro di due mesi per restituire un angolo di paradiso ai cittadini.

 

Due mesi di lavoro per restituire un angolo di paradiso ai cittadini. Il tempo che gli uomini dell’agenzia regionale per le attività irrigue e forestali diVico del Gargano hanno impiegato per recuperare un patrimonio boschivo di alto valore naturale e paesaggistico, in località Tavola di pietra”, in territorio di Peschici, una delle poche aree pinetate fortunatamente soltanto sfiorate dal
devastante incendio del luglio del 2007. Lavori di manutenzione boschiva consistiti, essenzialmente, nel decespugliamento e spalcatura che, vogliamo ricordare, riguarda l’eliminazione dei rami più bassi, per dare al resto della chioma più aria e luce. Con questa azione sono stati realizzati interventi sulla vegetazione finalizzati a migliorare le condizioni ecologiche del popolamento forestale nelle pinete dei SlC (Sito di interesse comunitario) interessati dal progetto, aumentando la qualità degli habitat allo scopo di conservare la biodiversità presente e favorendone l’incremento anche ripristinando porzioni di habitat preesistenti. Un lavoro – come spiegano il direttore dei lavori, Lino Pompa, e il referente, Michele Ferraraccio – che s’era reso necessario proprio per il pericolo che questo immenso patrimonio correva a causa del suo stato di degrado in cui versava. Un’oasi di verde che, fortunatamente, abbiamo sul nostro promontorio e che è uno dei punti di forza spendibile, in poche parole, una carta da giocare sul tavolo del turismo, di quei flussi che chiedono, essenzialmente, qualità ambientale e rispetto dei luoghi. La realizzazione di viali tagliafuoco sono un punto importante nell’ambito delle attività di prevenzione silvicolturale da attuare, considerando l’elevata fruizione turistica della zona, a cui consegue la necessità di un basso impatto paesistico e tenendo inoltre conto del contenimento prevedibile dei costi di manutenzione.
La cultura della prevenzione non è molto diffusa in Italia; infatti si fa davvero troppo poco in questo senso, mentre si è specializzati nel condurre una guerra difensiva, cioè nel limitare i danni una volta che gli incendi siano stati appiccati.

Francesco Mastropaolo

—————————————————————————————————————-

Non dare per scontata la nostra esistenza!

Senza il sostegno economico di persone come te non saremmo in grado di informarti.

Se ci ritieni utili la pubblicità sul nostro sito o sulla nostra radio costa solo 1 euro al giorno…..

tel. 0884/704191

—————————————————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright