The news is by your side.

Provincia/ Il centrodestra diventa minoranza

40

I “Popolari” si tirano fuori Pepe ha solo 13 consiglieri su 30.

 

I «re magi» sono arrivati in anticipo a Palazzo Dogana, ma invece di oro, incenso e mirra hanno notificato al presidente Antonio Pepe l’ennesima certificazione della crisi politica. Un fulmine a ciel sereno, si direbbe, ma neanche tanto. A passare all’opposizione sono i Popolari per il sud, il movimento politico di Clemente Mastella rappresentato in Consiglio provinciale da Nicandro Marinacci (che è consigliere e portavoce regionale) e dall’ex del Pdl, Francesco Di Paola. Numeri alla mano il centrodestra – già privato dei due consiglieri dell’Udc e del consigliere indipendente D’Anelli – ora può contare su 13 voti su 30, che diventano 14 con quello del presidente.
Una situazione che mette in forte imbarazzo la ormai ex maggioranza di centrodestra già alle prese con un pesantissimo dibattito interno al partito di maggioranza relativa, il Pdl, che meno di un mese fa ha aperto una «vertenza» con il presidente Pepe per «fare il bilancio di due anni e mezzo, rilanciare l’attività dell’ente ma anche rivedere, eventualmente, l’assetto della giunta».
A questo punto, visto che nella giunta è addirittura presente come assessore il coordinatore provinciale del Pdl, Gabriele Mazzone, non si sa davvero da dove iniziare. Si sa soltanto che il malessere viene dalle elezioni comunali del 2009, dal passaggio dell’Udc con la «controparte» al Comune capoluogo e da un lungo ed estenuante «tira e molla» all’interno del centrodestra finito con la fuoriuscita dell’Udc dal governo Pepe alla vigilia delle elezioni regionali e la presa di distanza – ora in parte recuperata – della Destra di Agostinacchio. Sul piano politico si è vissuto alla giornata per qualche mese, ma ora la situazione appare decisamente più compromessa, perché i «Popolari per il sud» avevano comunque sempre mantenuto un profilo critico ma di fedeltà al centrodestra e al presidente Pepe. «E’ una decisione sofferta ma che andava presa. Da tempo abbiamo chiesto al presidente Pepe di fare chiarezza e soprattutto di guardare con attenzione alla questione morale. Abbiamo documenti che attestano questa nostra preoccupazione», spiega Nicandro Marinacci, consigliere provinciale e portavoce dei Popolari per il sud.
A Palazzo Dogana, dunque, Pepe può contare su 10 consiglieri del Pdl (che – hanno comunque aperto una vertenza interna), il consigliere della Destra e della Puglia prima di tutto ed il presidente del Consiglio provinciale, Enrico Santaniello. I due dei «Popolari per il sud» si collocano al momento all’opposizione, insieme ai consiglieri del centrosinistra dove, peraltro, non mancano le «frizioni» interne, a cominciare dal Partito democratico che ha avviato la procedura di espulsione di Gaetano Cusenza per i fatti relativi allo scioglimento anticipato del consiglio comunale di San Giovanni Rotondo.

—————————————————————————————————————-

Non dare per scontata la nostra esistenza!

Senza il sostegno economico di persone come te non saremmo in grado di informarti.

Se ci ritieni utili la pubblicità sul nostro sito o sulla nostra radio costa solo 1 euro al giorno…..

tel. 0884/704191

—————————————————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright