The news is by your side.

Lega Pro/ Foggia – Lanciano 5-2

37

Il Foggia rende la pariglia al Lanciano, segna cinque gol, ne subisce "solo" due rispetto ai tre dell´andata, e lo fa in undici uomini, prima dell´ininfluente espulsione di Vastola, esasperato dalle incursioni ei rossoneri. Oggi il Foggia è stato troppo forte in attacco per essere impensierito dal Lanciano, bravo a sfruttare due mischie e niente più. L´eroe della giornata è stato Lorenzo Insigne, autore di una pregevole tripletta. Lui, la zanzara atomica, ha tenuto fede alle promesse, conducendo la sua squadra alla vittoria e "vendicando", per usare un suo termine" l´esultanza da champions dell´andata degli abruzzesi. Questa la cronaca.

 

CRONACA  PRIMO TEMPO
Foggia in maglia rossonera che attaccherà da sinistra verso destra. Il Lanciano risponde con un completo giallo con inserti e numeri blu. Il Foggia parte forte, Laribi vede Kone entrare in area e lo serve, Antonioli lo stende ma l´arbitro lascia continuare tra le proteste del pubblico. All´8´ il Foggia va vicino due volte al gol. Prima è Laribi di sinistro a chiamare alla deviazione a mano aperta Chiodini. Sulla sfera si porta Kone che a colpo sicuro coglie la base del palo. Al 10´ il Foggia va in vantaggio con Insigne. Splendido il suo tiro a giro nel sette lì dove il portiere non può arrivarci. Un minuto dopo lo stesso Insigne spreca un contropiede di Laribi, sparando sugli stinchi del portiere. Ancora un minuto e il Lanciano Pareggia. Punizione dalla tre-quarti destra sulla testa di Sacilotto che tutto solo spinge la sfera oltre la linea. Al 16´ Mammarella costringe al volo plastico Santarelli, che devia in angolo. Al 21´ Zeytulaev prova la deviazione di testa su cross dalla destra di Vastola ma la sfera termina di molto alla sinistra del portiere. Al 25´ Farias si inventa un gol stra-or-di-na-rio! Bomba di esterno destro di con dritta nel sette. Al 32´ Kone se ne va da solo sulla destra, si accentra e calcia in rete di sinistro: palla alta. Al 34´ Viene ammonito D´Aversa. Subito dopo Sau se ne va sa solo davanti al portiere che lo ipnotizza e devia. Al 39´ Sau salta due avversari, si accentra e calcia a colpo sicuro. Il portiere è fermo ma la sfera esce di poco. Al 40´ Farias se ne va sulla destra, la porta è libera, lui preferisce il cross per il più semplice dei gol per Sau. Tre a uno. Su questa azione finisce il primo tempo.

CRONACA SECONDO TEMPO
Al 5´st Romito prova a girare al volo con il destro un cross basso di D´Aversa ma Santarelli è attento e abbranca. All´8´ Santarelli arriva a deviare allungandosi sulla sua destra una punizione pericolosa di Mammarella. Sulla prosecuzione dell´azione D´Aversa s´introduce nell´area rossonera e devia di testa. Al 10´ il Foggia segna anche il quarto gol con una splendida azione corale. Romito liscia la sfera, Sau se ne va sulla sinistra e mette al centro per Farias, Antonioli tocca ma Insigne è l e non sbaglia. Palla al centro e il Lanciano reclama il rigor per un tocco di mano in area. Veementi le proteste di Colussi, si apre una rissa nella quale arrivano due gialli: uno per l´attaccante del Lanciano l´altro per Santarelli. Al 13´st esce Romito ed entra Ferraro. Al 15´st D´Aversa se ne va da solo in contropiede. Solo Santarelli gli sbarra la strada ma Kone recupera e gli soffia il pallone con un´azione da campione. Al 20´ entra Turchi ed esce Zeytulaev. Subito dopo il Lanciano accorcia. Punizione dalla tre quarti destra, colussi colpisce di testa, santarelli respinge e sacilotto arriva per il più semplice dei tap-in. Al 29´st Vastola si trova tutto solo davanti a Santarelli, protestano i Foggiani per un fuorigioco ma ci pensa lo stesso Vastola a mandare fuori. Al 32´st esce Laribi entra Burrai. Al 35´ Insigne corona la sua prestazione con uno straordinario gol. Sau smista sula sinistra, palla a Insigne che entra in area e la piazza sul palo lungo con una conclusione a giro. Subito dopo Zeman gli concede la meritata standing ovation. al suo posto fa il suo ingresso in campo Agodirin. Al 40´st Agodirin se ne va da solo verso la porta, Vastola lo stende da tergo e l´arbitro gli mostra il rosso. Al 45´st esce Mammarella ed entra Tamasi. Al 47´st Agodirin se ne va come un pattinatore sulla sinistra, palla a Sau che prova il tiro a giro ma sfiora il palo. Al 48´st esce Kone entra Palermo.

FOGGIA (4-3-3): Santarelli; Caccetta, Regini, Salamon, Rigione, Romagnoli, Farias, Kone, Sau, Laribi, Insigne. A disp.: Ivanov, Candrina, Iozzia, Burrai, Agostinone, Palermo, Agodirin. All. Zdenek Zeman.

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Chiodini; Vastola, Mammarella, ´Aversa, Romito, Antonioli, Improta, Di Cecco, Colussi, Sacilotto, Zeytulaev. A disp.: Aridità, Ferraro, Tamasi, Volpe, Dall´Agnol, Turchi, Di Gennaro. All. Andrea Camplone.
ARBITRO: Giorgio Peretti di Verona (Albani – Bagnari)
MARCATORI: 10´pt Insigne, 13´ Sacilotto, 25´ Farias, 40´ Sau
AMMONITI: D´Aversa, Colussi (L), Santarelli (F)
ESPULSI: Vastola (L)
ANGOLI: 10-7

NOTE: Cielo variabile. Terreno in discrete condizioni ma con larghi tratti ingialliti.

Domenico Carella


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright