The news is by your side.

Eccellenza – L’Atletico pareggia, pensa alla salvezza mentre sfiora i play-off

8

Non è bastato un gol di Paolo Augelli e un buon primo tempo per tornare dalla lontana trasferta di Maruggio col bottino pieno. L’arrembaggio dei locali nella ripresa ha permesso loro di conquistare un pareggio che, al triplice fischio, si è dimostrato il risultato più giusto.

 

Entrambe le formazioni si presentavano orfane di pedine importanti: nel Maruggio erano assenti Arcadio (squalificato), e Ciafardino e Pignatale (infortunati) mentre Franco Cinque doveva fare a meno di Vairo, ancora bloccato in infermeria, e di Bua, fermato dal giudice sportivo per 3 giornate. Tra i pali veniva schierato Ivan Barbone, classe 93, autore di una buona prova se si escludono un paio di disattenzioni, fortunatamente senza conseguenze. Il Vieste si schierava in campo con un 4-4-2 con centrocampo a rombo: Colella vertice basso, Zoila a ridosso delle punte e Silvestri e Romano sulla linea mediana.

Partiva bene l’Atletico che già al quarto minuto si rendeva pericoloso dalle parti di Demarco: Colella calciava una punizione che veniva ribattuta dalla difesa; dal limite Romano cercava la conclusione verso la porta ma la sfera si impennava prima di arrivare a Rocco Augelli che dalla corta distanza spediva al lato.

Tre minuti e il risultato si sbloccava: Colella pennellava un corner dalla destra sulla testa di Paolo Augelli appostato sulla linea dell’area piccola; per lui era un gioco da ragazzi indirizzare la sfera verso il palo opposto prima di raccogliere l’abbraccio di tutti i suoi compagni di squadra.

Angelo Colella al 12mo cercava di sorprendere il portiere avversario calciando una punizione dalla distanza, ma Demarco era bravo a bloccare la sfera indirizzata all’incrocio dei pali.

Al quindicesimo l’arbitro Panarese di Lecce annulla un gol al Maruggio ai più apparso regolare: era stato bravo il massiccio attaccante Crupi ad entrare in area e trafiggere l’incolpevole Brunetti costretto a guardare il pallone che si insaccava accanto al palo alla sua destra.

Al 34mo Rocco Augelli spediva sopra la traversa la possibilità del raddoppio: approfittando di un errato retropassaggio della difesa, si involava verso l’area avversaria ma si faceva rimontare da un difensore che lo strattonava alle spalle quel tanto da mettergli pressione nel tiro, costringendolo a spedire in cielo un pallone che chiedeva di essere messo in fondo al sacco.

L’Atletico aveva la possibilità di raddoppiare al 40mo con una azione identica a quella che aveva permesso la segnatura ad inizio gara, ma stavolta Paolo Augelli girava troppo la palla mandandola oltre il palo più lontano; risultava inutile lo sforzo di Maurizio Gentile che cercava di rimettere la palla al centro dell’area.

In chiusura di prima frazione il Maruggio si faceva pericoloso con Carlucci che spediva di poco fuori di testa uno spiovente proveniente da corner. Sempre da corner giungeva il gol che fissava il risultato sull’uno a uno: la palla proveniente dalla bandierina di destra veniva toccata da Pastano per Cotroneo che da un paio di metri calciava a colpo sicuro verso lo specchio. La palla, destinata a gonfiare il sacco, veniva splendidamente ribattuta da Brunetti che la spediva dalle parti dello stesso Pastano che, seppur in equilibrio precario, riusciva a siglare il gol del pari.

Ringalluzziti dal raggiunto equilibrio, i locali si buttavano a capofitto nella metà campo ospite rendendosi pericolosi in altre occasioni: un minuto dopo la segnatura Crupi serviva Baratto che entrava in area dal lato destro e concludeva di poco al lato, con Brunetti ben piazzato a copertura della porta.

Brunetti che diventava protagonista quando si lanciava coraggiosamente sui piedi di Iaia fermando la sua conclusione destinata verso la porta: un intervento decisivo che ha permesso al Vieste di uscire con un punto dal campo di Maruggio.

L’Atletico cercava di rispondere alla pressione con veloci ripartenze, sperando di sfruttare la velocità di Rocco Augelli e le sponde di Gentile: proprio il capitano del Vieste al 28 si vedeva deviare in corner da un difensore una conclusione dal limite dell’area.

E c’era anche il tempo per richiedere l’assegnazione di un calcio di rigore quando Gentile veniva atterrato in area da Carlucci, ma l’arbitro Panarese non riteneva di dover decretare la massima punizione in favore degli ospiti.

Al 35mo la squadra di casa rimaneva in 10 per l’espulsione dell’autore del gol Pastano che veniva spedito anzitempo negli spogliatoi per aver protestato con troppa veemenza all’indirizzo dell’arbitro.

Provava subito ad approfittarne la squadra ospite che va in gol con Rocco Augelli ma la sua segnatura veniva vanificata dalla segnalazione dell’assistente dell’arbitro che pescava il bomber viestano oltre la linea della difesa avversaria.

In chiusura di match ci provava anche Micca (subentrato a Zoila) ma la sua conclusione dal limite veniva deviata dalla difesa.

Il punto conquistato in quel di Maruggio e risultati giunti dagli altri campi lasciavano immutata la classifica che vede l’Atletico Vieste intento a tenere lontana la zona retrocessione nonostante si trovi a soli 3 punti dai play-off. E dire che ci sono squadre con meno punti che puntano alla promozione…

L’occasione per avvicinare la quota salvezza si presenta col doppio turno casalingo che attende Franco Cinque e i suoi ragazzi: giovedì scenderà al “Riccardo Spina” quel Sogliano che all’andata è riuscito a conquistare un rocambolesco pareggio a pochi minuti dal termine, col Vieste sciupone dal dischetto; domenica, invece, arriverà il Terlizzi le cui velleità di promozione di inizio stagione si sono affievolite con risultati poco confortanti, buon ultimo la netta sconfitta (3-0) a Monopoli.

Sandro Siena


Atletico Vieste: Brunetti, P. Augelli, Sollitto, Silvestri, Corbo, Ciuffreda, R. Augelli, Zoila (34st Micca), Gentile, Colella, Romano. A disposizione: Valente, Marino, Favulli, Barbone, Centonze, Stoppiello. Allenatore: Franco Cinque

Maruggio: Demarco, D’Urso, Zaccaria, Iaia, Carlucci, Sangermano, Pastano, Baratto, Crupi, Cimmino, Cotroneo (34st Gennari). A disposizione: Dimitri, Peluso, Sudosi, Augenti, Panico, Scarciglia. Allenatore Alfredo Cimino

Arbitro: Alex Panarese di Lecce (assistenti Michele Ieva e Giuseppe Antonacci di Barletta)

Reti: 7pt P. Augelli (V), 11st Pastano (M)

Ammoniti: 16pt Crupi (M), 10st Silvestri (V), 36st R. Augelli (V)

Espulso: 34st Pastano (M) per doppia ammonizione

Note: un centinaio di spettatori, con ampia rappresentanza femminile


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright