The news is by your side.

Vieste/ A proposito delle aree di sosta riservate ai diversamente abili

10

Con la presente nota si porta a conoscenza dei comandi in intestazione quanto segue:

Al COMANDO POLIZIA MUNICIPALE
71019 VIESTE
Al COMANDO TENENZA CARABINIERI
71019 VIESTE
Al COMANDO POLIZIA STRADALE
71019 VIESTE

 

    lo scrivente è titolare di uno Studio di Consulenza in Vieste alla via G. B. Vico n. 6. Nelle vicinanze dello stesso ci sono due aree di sosta riservate ai diversamente abili. Il 22 gennaio u.s. mi sono recato allo studio per il disbrigo di alcune pratiche, ma non mi è stato possibile accedervi perche non sono riuscito a parcheggiare la mia autovettura in una delle due aree di sosta innanzi dette. Questo perché le stesse erano state utilizzate da persone non handicappate e/o prive del contrassegno invalidi. Ho cercato di trovare un altro parcheggio nelle vicinanze dello studio, ma non mi è stato possibile trovare altro posto dove poter parcheggiare. Lo scrivente ha grossi problemi di deambulazione che non gli permette di camminare su grossi tratti di strada. Visto l’impossibilità a parcheggiare non mi è rimasto che tornare a casa.
–    Quanto sopra descritto, lo scrivente chiede in nome di tutti i diversamente abili, ai comandi in intestazione a voler intensificare i controlli su detta zona, questo al fine di evitare abusi nell’utilizzo di dette aree riservate ai diversamente abili da parte di falsi handicappati e/o da utilizzatori di contrassegni falsi o rilasciati a persone ormai decedute.
–    Ogni giorno sono costretto ad invitare persone a non utilizzare le aree di parcheggio riservate ai diversamente abili. A volte trovo soggetti compressivi e vanno via, altre volte invece subisco minacce. Dicono che a volte si parcheggia su dette aree per distrazione. Sostengono invece che del problema dei diversamente abili siamo poco sensibili – poiché le stesse persone che sono state invitate dal sottoscritto a lasciare libere le dette aree di sosta – continuano a parcheggiare come se fosse un loro diritto, fregandosene dei veri invalidi.
Si vive bene solo se tutti rispettiamo
 i diritti degli altri.
Nell’augurio che a questa mi nota di protesta sia dato seguito, colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.
                                                                      Lorenzo Fusillo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright