The news is by your side.

Provincia/ Fra Pepe e gli ex Udc è guerra di nervi

12

Il presidente della Provincia vede Cannarozzi: si discute della delega.

 

È durato circa un’ora l’incontro di ieri mattina tra il presidente della Provincia, Antonio Pepe, e Matteo Cannarozzi, ex sindaco di Vico del Gargano. Cannerozzi è stato indicato dall’Unione di Capitanata quale assessore al Bilancio nel momento in cui si chiuderà l’accordo per il rientro nella giunta di centrodestra a Palazzo Dogana. In realtà la sintesi tra il gruppo consiliare degli ex Udc e il gruppo consiliare del Pdl, alla presenza del coordinatore del partito nonchè assessore Gabriele Mazzone, c’è già stata. L’Unione di Capitanata oltre ad ottenere la delega al Bilancio, senza alcuno spacchettamento, avrà alcuni propri rappresentanti in Agenzie dell’ente. All’intesa manca solo il via libera politico e amministrativo del presidente Pepe che si concretizzerà nel momento in cui firmerà la delega per l’ingresso in giunta di Cannarozzi. L’accordo con l’Unione di Capitanata è indispensabile se Pepe vuole proseguire la sua esperienza di governo a Palazzo Dogana. In Consiglio provinciale la maggioranza numericamente non c’è più. Negli ultimi due mesi il centrodestra ha visto passare all’opposizione il consigliere della Lista Pepe Carmine D’Anelli, che ha sottoscritto un patto federativo con l’Unione di Capitanata, e il Movimento popolari per il Sud con Nicandro Marinacci e Francesco di Paola. A quanto sembra il nodo da sciogliere non è il rientro in giunta degli ex Udc. Il punto è che il presidente non sarebbe disposto a riconoscere all’Unione di Capitanata la delega al Bilancio così come era stata costruita per l’ex delfino, Leo Di Gioia, oggi consigliere regionale. La delega comprende infatti la pianificazione strategica di Area Vasta, la programmazione economica e finanziaria, il demanio e il patrimonio, il piano territoriale di coordinamento, statistica, affari e servizi generali, informatizzazione.
«Abbiamo avviato un dialogo. Siamo all’inizio», l’unico commento che il presidente Pepe ha voluto rilasciare a margine dell’incontro di ieri con Cannarozzi. Intanto nel Pdl la situazione interna resta particolarmente tesa. Nel pomeriggio di ieri si è svolta una delicata riunione del gruppo consiliare al Comune di Foggia. Due mesi fa ci furono le dimissioni del capogruppo, lo scontro interno è la nomina di un nuovo portavoce. Ma la lotta intestina non sembra sopita. 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright