The news is by your side.

Cagnano Varano/ Capodogli spiaggiati, Tavaglione: “Tutti hanno dimenticato”

20

Ad un anno e due mesi dallo spiaggiamento di sette capodogli sulle coste di Cagnano Varano ed Ischitella, i giganteschi cetacei sono ancora sepolti in un terreno sul Gargano.

 Questo perché dissotterrare i loro scheletri pare non interessi a nessuno. Regione, Provincia, Parco del Gargano, ma soprattutto il ministero dell’ambiente: non un cenno, né un finanziamento per tirare fuori dalla terra gli scheletri dei capodogli, che erano stati ricoperti di calce viva e che a quest’ora potrebbero essere pronti per essere esposti nei musei. Nicola Tavaglione, sindaco di Cagnano, nonché veterinario, il nove dicembre 2009 era stato tra i primi a recarsi sul posto, insieme al primo cittadino di Ischitella, Piero Colecchia, ma immediatamente il ministero affermò la sua supremazia nella gestione del disastro ambientale, un evento rarissimo e mai verificato in queste proporzioni in Europa. Adesso però lo stesso ministero sembra aver dimenticato. Tavaglione è certo che gli scheletri resteranno nel terreno molto a lungo: “Si arriverà a chiedere ad un magistrato di chi è la competenza per tirare fuori i capodogli dalla terra – ha detto il sindaco cagnanese – ma certamente fino a quel momento nessuno alzerà un dito. L’unico ad aver preso a cuore la vicenda – continua Tavaglione – fu il prefetto di Foggia Nunziante, che si attivò personalmente per far ricevere una prima tranche di 150.000 euro alla ditta che si occupò dello smaltimento, che però non ha visto più nulla.

Matteo Fanello
ilgrecale.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright