The news is by your side.

Sannicandro/ “quella curva è pericolosa serve l’asfalto”

9

Parlano gli automobilisti dopo l’ultimo incidente mortale che ha coinvolto la famiglia viestana.

 

Il dolore per quel corpicino senza vita estratto dalle lamiere dell’auto, la rabbia per un incidente che si poteva e doveva evitare perchè la superstrada garganica è pericolosa. C’è tutto questo nel racconto del titolare di una ditta di autostrasporti, testimone oculare dell’incidente avvenuto la mattina del primo febbraio sulla superstrada all’altezza dello svincolo per San Nicandro Garganico, dove un’auto con cinque viestani bordo è uscita di strada ribaltandosi: il bilancio è di una bambina di cinque anni morta e quattro feriti, tra cui un fratellino di 2 anni della vittima ricoverato in condizioni disperate.
«Innanzitutto volevo dire che i feriti dall’auto ed anche il corpicino della bambina li abbiamo estratti io ed altri automobilisti in transito» racconta il testimone dell’incidente «ma quello che fa più rabbia è che non si fa niente per rendere più sicuro quel tratto di strada. L’incidente è avvenuto in curva molto scivolosa, soprattutto quando piove, già teatro di incidenti in passato anche mortali come nell’estate scorsa, e che poche ore dopo la morte della bambina ha fatto da scenario ad un’altra uscita di strada di un’auto, per fortuna senza gravi conseguenze per gli occupanti. Io e gli automobilisti che percorrono quasi quotidianamente la superstrada sanno quanto sia pericolosa quella curva e quindi stiamo attenti; chi non la conosce rischia l’incidente. Cosa propongo? Utilizzare asfalto drenante e migliorare la segnaletica per informare della pericolosità della curva».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright