The news is by your side.

Vico/ La riqualificazione passerà anche attraverso l’atlante del partenariato

10

Tante le novità: il tram delle Ferrovie del Gargano, un parcheggio e un ruolo decisivo per i cittadini.

 

Ritrarre uno scenario nuovo. Tante le opportunità che il disegno del Pug offrirà ai cittadini di Vico e di San Menaio. Il Comune proporrà nuovi insediamenti abitativi e ricettivi e presenterà a breve il progetto di un grande parcheggio da l000 posti a Sant’Antonio, che decongestionerà il lungomare. Sempre a San Menaio sono previsti una piazza e un anfiteatro e un pontile in legno che entrerà nel mare. Altra novità riguarda la mobilità: Ferrovie del Gargano, anche grazie all’intermediazione dell’architetto Stefano Biscotti, dirigente di Palazzo Dogana, ha accettato l’idea di modificare i propri treni in tram, così da non depotenziare il paesaggio costiero. Le ville presenti in modo massiccio sulla strada che conduce ad Ischitella saranno in parte sanate. Il quartiere rientrerà nelle nuove maglie del Pug. La riqualificazione passerà anche attraverso l’atlante del partenariato: ognuno potrà proporre dei servizi diretti utili per la comunità. Vico che non è un paese né ricco e né povero, che poggia la sua economia per il 30% dal turismo e per la restante parte sull’agricoltura e sulle rendite di un ceto medio impiegatizio dovrà puntare sulla ricchezza delle proprie risorse umane e sulle occasione derivanti da una migliore strategia da attivare nel centro storico e sulle discese marittime.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright