The news is by your side.

Vieste, sorpresi pescatori di frodo. Operazione della Guardia Costiera di Manfredonia

22

Il personale della Guardia Costiera di Manfredonia continua incessantemente l’attività di Polizia Marittima a tutela dei consumatori e dell’ecosistema marino.  Il "Team Operativo" specializzato nella repressione degli illeciti commessi nell’ambito della filiera di cattura e commercializzazione dei prodotti ittici e sulle frodi alimentari, durante l’ attività di controllo espletata lungo il litorale della provincia di Foggia ha sorpreso, nel porto di Vieste, due persone, presumibilmente pescatori di frodo, in possesso di circa tre chili di datteri di mare.
Sia la raccolta che la detenzione e la commercializzazione dei datteri di mare sono penalmente sanzionate dalla normativa nazionale e dai regolamenti comunitari, in quanto trattasi di illeciti di forte impatto sull’ambiente marino.
Il dattero di mare, infatti, impiega circa 10 anni per giungere al suo stato adulto e per la sua estrazione dalle scogliere sommerse si ricorre spesso all’utilizzo di strumenti e attrezzi particolarmente invasivi, come per esempio i martelli pneumatici, che danneggiano irreparabilmente l’habitat, la fauna e la flora marina.
Nonostante il divieto, numerosi pescatori di frodo continuano a distruggere sistematicamente le scogliere italiane, depauperando il litorale.

Saverio Serlenga


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright