The news is by your side.

ONDARADIO/ DA DOMANI STOP AI COMMENTI SUL BLOG

13

Da domani 15 febbraio, come annunciato, sospenderemo i post di commento alle notizie pubblicate sul nostro sito web. La decisione ha suscitato polemiche ed interpretazioni dietrologiche (“decisione imposta dall’alto”, “voglia di oscurare”, “schizofrenia mediatica” ecc.) che, come è ovvio, nulla hanno a che spartire con le reali motivazioni di base, del tutto plausibili. Per meglio chiarirne i contorni, ed evitare gli sterili esercizi di tuttologi superficiali in servizio permanente, qualche considerazione di merito. E’ ormai alle porte una campagna elettorale che si annuncia infuocata, affetta com’è dal virus dei ciechi e contrapposti personalismi; già di per sé il periodo elettorale è elettrizzato da una sovreccitazione di istinti “democratici” che sono tutto l’opposto della famosa massima di Voltaire “non sono d’accordo con quello che dici, ma farò di tutto perché tu possa esprimerlo!”. Figuriamoci poi in questa, di campagna elettorale. Tira aria che, stavolta più di prima, a tentare di farla da padrone sarà la curva degli ultràs, quella del tifo smodato, che non esiterebbe ad usare qualsiasi mezzo per rovinare il fair play della partita, non curandosi di mandare all’aria neanche la sacrosanta aspettativa di un “progetto paese”, che la città attende ormai da tempo immemorabile dalla classe politica che se ne candida alla guida. In tal caso è gioco facile immaginare che la libera interazione utenti-blog di OndaRadio si profili come “una prosecuzione della guerra (elettorale) con altri mezzi”. Suffragato che già in queste ultime settimane si è registrato un crescendo bellicoso della tendenza profilata è evidente che il buon senso non può che suggerire la sospensione dei commenti all’informazione nel periodo elettorale, proprio per assicurare, senza turbativa alcuna, il libero convincimento dell’elettore.
Con questa decisione, è bene precisarlo, OndaRadio non sopprime la possibilità di dar voce agli utenti cittadini, telematici e non. La redazione si sta già adoperando per individuare modalità di iscrizione al blog che evitino gli inconvenienti descritti. Inoltre, via mail o con lettera scritta a mano ed in ossequio al “riceviamo e pubblichiamo” saranno tenuti nella massima considerazione e pubblicabili liberi contributi al dibattito elettorale ed a quant’altro meriti pubblica evidenza.
Forse è bene precisare che quando la testata scelse di offrire la possibilità di iscriversi ad una community ed esercitare la facoltà di commento alla notizia, lo ha fatto con l’intento di dar voce a chi fino a quel momento non l’ha mai avuta. Fatto unico a Vieste, in tema di informazione e di partecipazione alla vita democratica cittadina (anche se…mai avremmo immaginato che questo “regalo” ci avrebbe portato 20 volte dai carabinieri con annesso avvocato a dar conto di oscenità e varie amenità che nulla hanno a che fare e vedere con la pubblica cosa).  Lo ha fatto anche con la speranza che in quel solco mediatico vi si incanalasse realmente la voce di chi è appassionato ai destini della città, quella incline, tra l’altro, a far proprio il  “non chiederti cosa lo Stato (Comune, Comunità, fate voi) può fare per Te, chiediti piuttosto Tu cosa puoi fare per lo Stato”.  Fermo restando qualche lampo di critica o di contributo di idee resi in modo acuto, appassionato, riconducibile a qualche intelligenza puntualmente non intercettata dalla politica che sta per scegliersi i candidabili, la sommatoria complessiva del “permetti che dico la mia” non depone a favore di una  sua continuazione indenne nel delicato periodo elettorale, sul quale graveranno poi anche dettami di legge, parimenti restrittivi. (Superfluo ricordare, tra l’altro, che il blog è stato sospeso anche nelle passate consultazioni elettorali). Ma sia chiaro, non perché OndaRadio ne sopprime la facoltà, ma perché chi l’ha esercitata ha fatto di tutto per autoreprimersela. Come dire: se l’auto ci viene tolta, la colpa non è di chi ce l’ha prestata per viaggiare (pure gratis), ma per come è stato scelto di starci al volante.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright