The news is by your side.

Il Museo di Grotta Paglicci…. esplorato dai non vedenti

8

Si è concretizzato il 13 febbraio un altro passo importante nella conoscenza dei beni artistici ed archeologici della Capitanata da parte dei non vedenti, con la visita guidata al Museo Grotta Paglicci di Rignano Garganico. La visita è stata resa possibile grazie al Progetto "Voci, arte e tradizioni della Capitanata… a portata di mano", promosso dall’U.N.I.Vo.C. (Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi – ONLUS) Sezione Provinciale di Foggia, e realizzato grazie ai fondi messi a disposizioni dal Bando 2008 "PEREQUAZIONE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE – REGIONE PUGLIA", finanziato con fondi protocollo di intesa fondazioni bancarie e volontariato. Con l’autorizzazione dell’Ente Parco Nazionale del Gargano e grazie alla disponibilità del Presidente dell’Associazione Amici di Paglicci, Enzo Pazienza, i non vedenti hanno potuto visitare sia la vecchia che la nuova sede museale, vivendo un’esperienza davvero unica per loro: poter esplorare tattilmente i calchi riproducenti le sepolture e i reperti archeologici rinvenuti nella Grotta Paglicci,e poter sperimentare direttamente alcune esperienze fondamentali dell’uomo del paleolitico, quali il saper creare armi di selce, il saper accendere il fuoco usando legnetti o pirite, il saper procurarsi il colore grazie all’ocra. Il laboratorio ideato e condotto dal dott. Pazienza è stato davvero un momento di grande interesse per gli insoliti visitatori, che sono stati direttamente proiettati nell’antichità. Altrettanto emozionante è stato per loro il conoscere attraverso il tatto le forme delle sepolture paleolitiche, il corredo funebre costituito tra l’altro da collane ed ornamenti realizzati con denti di cervo, e tanto altro ancora. Termini come chopper, amigdala, selce … si sono trasformati in sensazioni tattili, in vere conoscenze dirette di cui i non vedenti si sono appropriati con piacere ed interesse.
Ma non dimentichiamo che il progetto non si è ancora concluso: alla conoscenza della Capitanata preistorica, farà presto seguito nei mesi a venire la conoscenza di alcuni monumenti artistici ed ambientali di grande rilievo: la Basilica di Santa Maria di Siponto, il Castello Svevo di Manfredonia, la Basilica di San Pio, La Basilica di San Michele Arcangelo, il Parco del Gargano. Il tutto associato sempre alla conoscenza della cultura e delle tradizioni locali, di volta in volta presentate da due studiosi innamorati del nostro territorio, Michele Dell’Anno e Giustina Ruggiero.
E, a fine visita…., come anche è accaduto in questa occasione, non mancherà certo il piacere di conoscere anche la …cucina locale !!!


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright