The news is by your side.

Turismo è boom all’estero stranieri: più 16%

9

Gli eventi alla Bit presentati dall’assessore Godelli. Onda Radio in diretta per il quinto anno consecutivo da venerdì 18. La Puglia del turismo pensa in grande. Forte di una crescita che l’ha posta negli ultimi cinque anni tra le prime cinque mete preferite dagli italiani, la regione sarà rappresentata alla Bit (Borsa internazionale del turismo) come un unico sistema di offerta turistica integrata. La Bit si terrà tra il 17 e il 20 febbraio a Milano ed è la più importante fiera di settore a livellò nazionale. Sono molti i soggetti pubblici e privati che rappresenteranno la regione con l’obiettivo di descrivere nuove azioni integrate di comunicazione, promozione e commercializzazione. E sono molte le iniziative che saranno poste in essere.
Tra queste c’è Puglia Events, un nuovo sistema di comunicazione integrata per la promozione degli eventi culturali, pensato per informare il viaggiatore e per indurre nuove domanda turistica tramite social network e media strategy. Sarà pure programmata la proiezione, nei circuiti della metropolitana milanese, dello short movie Puglia, scenes to explore, un viaggio cinematografico nelle tipicità pugliesi, prodotto dall’Apulia film commission. Inevitabilmente sarà puntata l’attenzione anche sul turismo rurale, definito da Dario Stefàno, assessore regionale alle Risorse agroalimentari, «non più un mercato di nicchia, ma un segmento strategico dell’offerta regionale». In questo senso si punterà a informare sugli itinerari del turismo enogastronomico pugliese, ma non mancheranno laboratori come «Con le mani in pasta» e «Lezioni di cucina».
Secondo i dati diffusi dall’Osservatorio regionale del turismo, nell’ultimo quinquennio in Puglia gli arrivi (ovvero chi si è intrattenuto sul territorio solo per poche ore) sono aumentati del 20% e le presenze (con almeno un pernottamento) del 16%. Nel solo 2010, invece, la crescita è stata rispettivamente del 4% e del 6% rispetto all’anno precedente. Analogo l’incremento dell’incidenza degli arrivi stranieri, che nel 2005 erano il 10% del totale e nel 2010 il 15%. In quest’ultimo anno, peraltro, la crescita degli arrivi rispetto all’anno precedente ha sfiorato l’11%, mentre quella delle presenze ha superato il 16%. «Lo sviluppo del turismo pugliese — spiega Silvia Godelli, assessora regionale a Mediterraneo, cultura e turismo — si distingue per l’attenzione alla sostenibilità ambientale e alla qualità dell’offerta territoriale. Intendiamo sostenere il turismo slow e naturalistico, culturale e religioso, oltre al tradizionale segmento balneare, in una regione tutta da viaggiare». Talmente da viaggiare è la Puglia, che la permanenza dei turisti stranieri è passata dai 3,93 giorni del 2009 ai 4,2 del 2010. Sono in primis tedeschi e francesi a essere attratti dalla Puglia. Nel 2010 un turista su quattro è prevenuto dalla Germania, quasi il 13% invece è arrivato dalla Francia. Tra i Paesi extraeuropei, invece, spicca il 9% di giapponesi. L’85% dei turisti arrivati in Puglia, sempre nel 2010, è costituito da italiani. Ma solo per un quinto si è trattato di persone della Puglia stessa, mentre il 37% è arrivato da Campania, Lazio e Lombardia.
Pronta OndaRadio che per il quinto anno consecutivo trasmetterà in diretta dagli stands della fiera milanese. Le trasmissioni inizieranno venerdì 18 dalle ore 11 e sabato dalle ore 10,00 e saranno curate da Antonio Troia, per la parte tecnica Carlo Lamargese e Matteo Martella.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright