The news is by your side.

Il turismo ha bisogno del Lisa

13

«Bene il collegamento Bari-Gargano, ma subito i lavori della pista a Foggia, lo scalo del turismo non è quello di Bari».

 

«L’attivazione di un collegamento con autobus tra l’aeroporto di Bari ed il Gargano è un’iniziativa apprezzabile, importante per rafforzare ulteriormente la già straordinaria attrattività turistica della provincia di Foggia». E il commento del presidente della Provincia, Antonio Pepe, all’annuncio dell’assessore regionale alla Mobilità, Guglielmo Minervini, circa l’attivazione di un collegamento su gomma diretto tra lo scalo aeroportuale di Bari e le maggiori mete del turismo balneare della provincia di Foggia. Tuttavia non basta. Anzi, è decisamente insufficiente rispetto alle esigenze della Capitanata. «E doveroso essere accanto alla Regione in questo progetto ma nello stesso tempo è fondamentale che gli Enti locali del territorio siano adeguatamente parte di questa strategia che deve essere affiancata da un’accelerazione dei tempi per il potenziamento dell’aeroporto ‘Gino Lisa’, dal momento che il servizio di trasporto Bari-Gargano non può in nessun modo avere come conseguenza l’indebolimento delle prospettive dell’aeroporto di Foggia, che al contrario deve poter essere il naturale punto di approdo per il turismo della Capitanata. Bisogna dunque far partire rapidamente l’allungamento della pista che permetterà l’atterraggio a Foggia di voli charter, intorno ai quali le istituzioni locali si sono trovate concordi e rispetto ai quali ‘Aeroporti di Puglia’ ha confermato solo qualche mese la disponibilità finanziaria e la volontà di avviare con celerità i lavori», aggiunge l’assessore al turismo, Billa Consiglio. 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright