The news is by your side.

Vieste – ALLE COMUNALI CLEMENTE SI ALLEA CON SPINA DIANA

16

 

A quasi due mesi dal voto per il rinnovo del Consiglio comunale (le elezioni sono state fissate per il 15 e 16 maggio) la composizione delle tre liste che si contenderanno il consenso dei viestani è quasi in dirittura d’arrivo. Nelle ultime ore Mauro Clemente ha fatto la scelta definitiva. Con quelli del movimento “ViesteNuova” appoggerà la lista che candida come sindaco Mimì Spina Diana. Sicuramente non è stata una decisione facile visto che in questi giorni Clemente aveva in corso trattative su due tavoli: con Spina Diana e, parallelamente con Raffaele Zaffarano, coordinatore cittadino del PdL, sostenitore di Ersilia Nobile. Per questo la sua posizione veniva data un giorno con la Nobile ed il giorno dopo con Spina Diana, per un balletto che stava rischiando di “stressare politicamente” gli altri amici del movimento, un folto gruppo dei quali avrebbe, ad onor del vero, auspicato più volentieri il “matrimonio” con Ersilia Nobile.

A tal proposito circola anche la voce che Clemente, appena uscito dal Pd, avesse già confermato l’intesa con Spina Diana per cui tutto il tergiversare di questi mesi sarebbe servito unicamente a condurre/convincere il gruppo di “ViesteNuova” ad un approdo deciso in realtà già da molto prima.   
A questo punto la lista denominata “Liberamente Vieste” con Spina Diana candidato sindaco potrebbe avere la seguente composizione come  candidati.  A “ViesteNuova” verranno assegnati cinque posti, a disposizione di Mauro Clemente, Matteo Del Duca, Nicola Vergura, Antonio Cavaliere e Antonio Scano. Per il resto delle candidature sono della partita, l’attuale assessore all’Urbanistica Angelo Devita, l’ex vicesindaco Pasquale Pecorelli ’44, Luigi Paglialonga, Vincenzo Vescera, il segretario dei Socialisti viestani Michele Lapomarda, Luigi Armiento, Francescantonio Piracci, Lucia Iannoli. Incerta invece la disponibilità di Antonio Scala, mentre per le altre due posizioni bisognerà attendere qualche altro giorno, anche se è possibile un inserimento di Gaetano Notarangelo e Antonio Vario.
Nella lista che sostiene il sindaco uscente Ersilia Nobile, l’accordo fra PdL ed UdC prevede una suddivisione di candidati rispettivamente di 10 e 6 posti. Riconferme certe per gli assessori Nicola Rosiello (Turismo, Cultura e Servizi Sociali), Raffaele Zaffarano (Attività Produttive), per il presidente del Consiglio comunale Michele Mascia, per la delegata allo Sport Giuseppina Falcone. Le new entry sono per Gaetano Zaffarano, presidente della Consulta comunale per i Giovani, l’infermiere professionale Lorenzo Vescera, l’avvocato Antonio Montecalvo. Ancora da verificare invece la riproposizione del vicesindaco Saverio Prencipe, dell’assessore ai Lavori Pubblici Franco Notarangelo e di quello all’Ambiente Antonio D’Errico. Per l’UdC posto garantito per Mimmo Prudenza, mentre c’è da trovare l’intesa sul chi lasciar fuori fra Michele Nobiletti, Antonio Bosco, Giuseppe Caruso, Nicola Ragno, Rino Masanotti, Rocco Ruggieri.
Nelle lista “Per un’altra Vieste” che, appoggiata dal Pd e da Sinistra Ecologia e Libertà (SEL), sostiene la candidatura di Ammamaria Giuffreda sono sicuri di un posto, l’avvocato Nicola D’Altilia e Matteo Petrone per SEL, gli insegnanti Giuseppe Calderisi e Francesco Clemente, Filomena Dimauro, il veterinario Matteo Sgherzi, Federica Castagnetti, Nicola Latorre.
Per il resto delle caselle da occupare non ci sono, invece, ancora indicazioni precise. Tutto è demandato all’iniziativa del candidato sindaco. La Giuffreda è molto abbottonata, non fa nomi ma tiene a sottolineare che c’è un ampio ventaglio di persone fra cui scegliere. Insistendo, si riesce a scucirle che non ci saranno tante donne come si desiderava e che in totale potrebbero essere, con lei, in totale quattro. Per la riproposizione dell’uscente capogruppo consiliare Aldo Ragni nulla è ancora deciso ma sembra molto probabile per lui un giro di pausa.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright